Prezzi criptovalute: il Bitcoin si sgonfia, a rischio la tenuta dei 30k

Quotazione criptovalute, il Bitcoin bussa alla porta dei 50.000 dollari

Sessione in forte lettera quella di oggi, giovedì 21 gennaio del 2021, sul mercato delle criptovalute. Il Bitcoin (BTC), infatti, viene attualmente negoziato a 32.146 dollari con un crollo che sfiora il 10% rispetto ai prezzi di ieri. E dopo che l’oro digitale, nelle ultime 24 ore, ha fatto registrare un minimo a $ 31.025 ed un massimo a $ 35.579 in accordo con i dati in tempo reale che sono forniti dal sito Internet worldcoinindex.com.

Bitcoin in netta correzione dai massimi storici del mese corrente di gennaio del 2021

Con il crollo odierno la capitalizzazione di BTC è scesa sotto la soglia dei $ 600 miliardi, così come quella complessiva di mercato, per le monete virtuali, ha attualmente rotto al ribasso i $ 900 miliardi dopo che nei giorni scorsi, invece, era stata nuovamente toccata e superata la soglia di 1 trilione di dollari. Attualmente il Bitcoin (BTC), rispetto ai massimi storici che sono stati segnati e registrati nella prima decade del corrente mese di gennaio del 2021, ha perso quasi 10.000 dollari.

Vendite a go-go oggi pure su Ethereum (ETH), su Litecoin (LTC) e sul Bitcoincash (BCH)

Male oggi pure tutte le altre criptomonete più capitalizzate a partire da Ethereum (ETH) che al momento, rispetto alle quotazioni di ieri, crolla dell’11,72% a 1.220 dollari. A ruota affonda pure Litecoin (LTC), -9,69% a $ 135,20, ed il Bitcoincash (BCH) con un -10.67% a $ 444,46.

Tra le criptovalute minori, invece, oggi registrano un andamento in moderata controtendenza Lambda (LAMB) con un +2.82% a $ 0,0215, e Gifto (GTO) con un +3.84% a $ 0,0427.

Relevant news