Allarme bollette imprese del terziario in Italia, il conto è salatissimo

Consumi di Natale 2022 e tredicesime, ecco l'analisi dell'ufficio studi della Confcommercio

#SOSbollette – Non spegneteci!‘. È questo il titolo di una campagna social che la Confcommercio ha lanciato sulla scottante questione relativa al caro delle bollette. Con la campagna, in particolare, si vuole portare a conoscenza il fatto che nel nostro Paese, a causa di bollette di luce e gas stellari, il settore del terziario è in ginocchio.

Analisi comparativa di Confcommercio-Nomisma sui prezzi dell’elettricità in Italia

E la conferma in merito è arrivata da un’analisi comparativa sull’energia che proprio la Confcommercio ha realizzato con Nomisma. Nel dettaglio, da questa analisi è emerso che in Italia le imprese pagano per quel che riguarda l’energia elettrica un conto salato. Precisamente, il 27% in più rispetto alla Spagna, e addirittura il 70% in più rispetto alla Francia.

Per le famiglie sul mercato tutelato la luce al momento è in Italia la più cara di sempre

Già prima del caro energia in Italia l’elettricità era tra le più care d’Europa, ma ora la situazione è ulteriormente peggiorata. Con il nuovo Governo italiano, guidato dal Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, chiamato a dare risposte con la prossima manovra. Risposte per le imprese ma anche per le famiglie che, allo stesso modo, sono in difficoltà. Basti pensare che attualmente le famiglie sul mercato tutelato dell’elettricità stanno pagando una tariffa luce che è la più alta di sempre.

Ecco le dichiarazioni del presidente di Confcommercio Carlo Sangalli

Anche se i prezzi del gas stanno diminuendo il caro energia resta l’emergenza più urgente da affrontare‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli. Aggiungendo inoltre che ‘chiediamo al governo un confronto costruttivo con le forze sociali per avviare un piano strutturale in raccordo con l’Europa’.

Relevant news