Allarme rincari, le famiglie italiane spendono sempre di più per acquistare meno

In Italia l'inflazione resta ancora molto alta, siamo sui massimi dal marzo del 1984

In Italia crollano le vendite alimentari con un calo record del 4,5%. A metterlo in evidenza con una nota è stato il Codacons nell’analizzare e nel commentare i dati sulle vendite al dettaglio di settembre del 2022 che sono stati resi noti dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).

Il Codacons chiede con urgenza la riduzione dell’IVA sui generi alimentari

Dati che confermano, secondo l’Associazione dei Consumatori e degli Utenti, il fatto che nel nostro Paese le famiglie italiane spendono sempre di più per acquistare meno. Il Codacons, di conseguenza, è tornato a chiedere interventi urgenti per rilanciare i consumi attraverso una riduzione dell’IVA proprio sui generi alimentari.

L’aumento dei prezzi al dettaglio in Italia è ormai abnorme

Visto che le famiglie hanno tagliato la spesa, proprio per il cibo, per complessivi 6,5 miliardi di euro. L’aumento dei prezzi al dettaglio in Italia, da un anno a questa parte, è infatti davvero abnorme. E colpisce poi i beni primari con l’aggiunta del problema relativo al caro delle bollette. Il taglio dell’IVA tra l’altro, ha altresì sottolineato il Codacons, non darebbe sollievo solo alle famiglie, ma avrebbe effetti positivi pure sull’attività di bar, ristoranti e strutture ricettive.

In arrivo 9,5 miliardi di euro del Governo contro il caro bollette

Vedremo ora se, insieme ai provvedimenti annunciati dal Governo contro il caro bollette, ci saranno pure misure finalizzate proprio a calmierare i prezzi dei beni primari. In particolare, come peraltro annunciato dalla premier Giorgia Meloni, contro il caro delle bollette ci sono subito pronti 9,5 miliardi di euro di risorse.

Relevant news