Assegno Unico 2022 INPS, i pagamenti da marzo al mese di luglio

Assegno Unico 2022 INPS, i pagamenti da marzo al mese di luglio

Nei primi cinque mesi dal lancio della misura, ovverosia dal mese di marzo al mese di luglio del 2022, i pagamenti per l’Assegno Unico hanno superato la soglia dei 6 miliardi di euro. A comunicarlo in data odierna, martedì 6 settembre del 2022, è stato l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (INPS) in accordo con i dati che sono emersi dall’Osservatorio Statistico sulla misura.

Ecco i dati sull’Assegno Unico nel 2022, Osservatorio dell’INPS sulla misura

In particolare, i dati dell’Osservatorio dell’INPS sulla misura si riferiscono sia alle domande di Assegno Unico che sono state presentate nei primi sette mesi del 2022, sia ai pagamenti che sono partiti dallo scorso mese di marzo.

E quindi, come sopra accennato, per il periodo marzo-luglio del 2022. Oltre 6 miliardi di euro di erogazioni, per l’Assegno Unico INPS, hanno riguardato da marzo al mese di luglio del 2022 8,6 milioni di figli escludendo quelli dei nuclei familiari che beneficiano del reddito di cittadinanza.

Mentre i richiedenti che, da marzo al mese di luglio del 2022 hanno ricevuto almeno una mensilità dell’Assegno Unico INPS, sono stati 5,3 milioni. Con l’importo medio mensile che si è attestato a 233 euro a favore di 1,6 figli per nucleo familiare sempre considerando il dato medio. Mentre l’importo erogato per figlio si attesta a 145 euro medi.

Quasi la metà degli assegni pagati a famiglie con ISEE sotto i 15.000 euro

Quali la metà degli assegni erogati per ogni figlio, precisamente una percentuale pari al 46%, è riconducibile a nuclei familiari aventi un Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore alla soglia dei 15.000 euro.

Relevant news