Azioni Piazza Affari: ENI in Egitto, la società del cane a sei zampe si aggiudica 5 nuove licenze esplorative

Gas egiziano, accordo ENI-EGAS per aumento produzione e fornitura verso l'Europa

Il colosso energetico quotato in Borsa a Piazza Affari ENI, in Egitto, si è aggiudicato ben 5 nuove licenze esplorative. A darne notizia oggi, lunedì 10 gennaio del 2022, è stata proprio la società del cane a sei zampe nel precisare al riguardo come le licenze esplorative acquisite si trovino nel mar Mediterraneo orientale, nel Deserto Occidentale e nel Golfo di Suez.

Eni si aggiudica 5 licenze nuove esplorative dal Ministero del Petrolio egiziano

Eni si è aggiudicata le cinque nuove licenze esplorative dal Ministero del Petrolio egiziano a seguito della partecipazione ad un bando del 2021. Precisamente l’Egypt International Bid Round for Petroleum Exploration and Exploitation. La superficie totale delle cinque licenze esplorative è pari a circa 8.410 kmq per quelli che, ha altresì sottolineato ENI con una nota, sono dei bacini prolifici che, tra l’altro, potranno beneficiare di impianti di produzione e di lavorazione che sono vicini.

La società del cane a sei zampe è in Egitto il principale produttore con una presenza nel Paese a partire dal lontano 1954

L’aggiudicazione delle licenze da parte di ENI rientra tra le strategie della società quotata in Borsa a Piazza Affari sia per quel che riguarda il sostegno del mercato interno egiziano sull’esplorazione e sulla produzione di gas, sia per l’esportazione di GNL. Non a caso ENI ricorda di essere in Egitto dal 1954, e di essere anche nel Paese il principale produttore con una produzione equity di idrocarburi che è pari a circa 350.000 barili di petrolio equivalente al giorno.

Relevant news