Azioni Poste Italiane, il Gruppo compra Plurima e punta sulla logistica sanitaria

logo poste italiane

Nuovo shopping per il Gruppo che è quotato in Borsa a Piazza Affari Poste Italiane. Stavolta nel settore della logistica sanitaria attraverso l’acquisizione della maggioranza delle quote della società Plurima S.p.A..

Il Gruppo Poste Italiane compra la maggioranza di Plurima, il 70% delle quote per 130 milioni di euro

A darne notizia in data odierna, venerdì 18 marzo del 2022, è stata proprio Poste Italiane a seguito della stipula, da parte del Gruppo quotato in Borsa, di un accordo vincolante con Opus S.r.l. e con l’operatore di private equity Siparex.

Per l’operazione di acquisizione della maggioranza di Plurima, il corrispettivo che Poste Italiane riconoscerà è pari a 130 milioni di euro. La quota è pari al 70%, mentre il restante 30% resterà in mano alla famiglia Marconi che possiede interamente la società Opus S.r.l.

L’acquisizione sarà perfezionata per il tramite di Poste Welfare Servizi

Poste Italiane, in merito all’acquisizione, ha inoltre fatto sapere che questa sarà finanziata e coperta con cash in forza alle ingenti risorse di cassa di cui dispone il Gruppo. In più. il perfezionamento dell’operazione avverrà tramite Poste Welfare Servizi S.r.l. che, a sua volta, è una società interamente controllata dal Gruppo Poste Italiane.

Luca Marconi sarà confermato presidente esecutivo di Plurima

In base agli accordi, Luca Marconi sarà confermato presidente esecutivo di Plurima. Una società che, ha messo altresì in evidenza Poste Italiane con una nota, opera in Italia nella logistica ospedaliera e nei servizi di custodia e di gestione documentale per le strutture ospedaliere pubbliche e private.

Relevant news