Bond Eni, prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked collocato con successo

ENI alza il velo sui risultati societari del quarto trimestre e dell'esercizio del 2023

Il colosso energetico Eni, che è quotato in Borsa a Piazza Affari, ha collocato con successo un prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked avente un valore nominale complessivo di EUR 1 miliardo. A darne notizia con un comunicato giovedì scorso, 7 settembre del 2024, è stata proprio la società del cane a sei zampe in accordo con una nota che è apparsa online sul portale web eni.com.

Bond Eni, il prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked è stato collocato con successo

Con Eni che, inoltre, ha precisato che le obbligazioni collocate saranno convertibili in azioni ordinarie della società del cane a sei zampe acquistate nell’ambito del piano di acquisto di azioni proprie che è stato approvato dall’Assemblea degli Azionisti del 10 maggio del 2024.

Il prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked Eni paga una cedola annua del 2,95%

In particolare, le obbligazioni sono state emesse alla pari, ovverosia con un prezzo che è pari al 100% del loro valore nominale. Con i titoli che hanno una durata pari a 7 anni, e che pagano una cedola annua pari al 2,95%.

La domanda per il prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked di Eni è stata pari a quasi tre volte l’offerta

Con la data di regolamento che, per il prestito obbligazionario convertibile sustainability-linked Eni, è fissata per il 14 settembre del 2024, i titoli sono stati collocati presso investitori qualificati dopo aver ricevuto ordini pari a quasi tre volte l’offerta. Precisamente, per circa 2,8 miliardi di euro da parte di investitori qualificati, principalmente, da Paesi come la Francia, la Svizzera ed anche il Regno Unito.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰