BTP Futura novembre 2020 Seconda Emissione al via, ecco i dettagli e tassi minimi garantiti

Titoli di Stato 2020, emissione CTZ 24 mesi e BTP€i il 25 novembre

E’ in rampa di lancio il collocamento della Seconda Emissione di BTP Futura. Il periodo di distribuzione, che è riservato al pubblico indistinto, è stato infatti fissato dal MEF, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal 9 novembre del 2020 e fino alle ore 13 del 13 novembre del 2020, mentre la data di regolamento è fissata per il prossimo 17 novembre del 2020.

BTP Futura Seconda Emissione entro le 13 del 13 novembre del 2020 salvo chiusura anticipata

Il termine delle ore 13 del 13 novembre del 2020, per il collocamento della seconda emissione dei BTP Futura, inoltre, è stato fissato dal MEF salvo chiusura anticipata con Unicredit S.p.A e con Banca IMI S.p.A. che sono gli operatori incaricati dall’Emittente alla distribuzione in accordo con quanto è stato riportato dal sito Internet di Borsa Italiana.

Premio minimo garantito per chi mantiene i BTP Futura fino alla scadenza

Per un importo minimo acquistabile che è pari a 1.000 euro, i BTP Futura, ma solo se comprati in fase di collocamento, e tenuti fino a scadenza, offrono un valore minimo garantito che è pari all’1%, ed un valore massimo che è pari al 3% in ragione dell’andamento del PIL italiano rilevato dall’ISTAT, l’Istituto Nazionale di Statistica, nel corso del periodo di vita del titolo stesso.

Proprio in data odierna, venerdì 6 novembre del 2020, per i BTP Futura Seconda Emissione il MEF ha comunicato i seguenti tassi cedolari minimi garantiti: lo 0,35% dal 1° al 3° anno; lo 0,60% dal 4° al 6° anno; e l’1% dal 7° all’8° anno.

Relevant news