Caro bollette e aumento prezzi materie prime, Assolombarda lancia l’allarme

trading petrolio

Con i prezzi delle materie prime in crescita, insieme a quelli dell’energia, in Italia si rischia di compromettere la ripresa economica. Questo è quanto, tra l’altro, ha messo in evidenza Assolombarda in accordo con un’analisi del proprio Centro Studi.

Ecco come aumentano i prezzi di energia e materie prime, rapporto Assolombarda

Non crescono infatti solo i prezzi di luce e gas, ma anche quelli delle materie prime non energetiche. Cosa che si riflette negativamente sull’attività delle imprese italiane. In particolare, dall’analisi del Centro Studi di Assolombarda è emerso che, rispetto al periodo pre-Covid, l’aumento dei prezzi delle materie prime, a gennaio 2022, si è attestato a +45%. Mentre per i prezzi dell’energia l’impennata choc è stata pari, nello stesso periodo, a +660%.

Aumentano pure i prezzi del petrolio sui mercati internazionali

Tra le materie prime energetiche, inoltre, si registrano tensioni al rialzo pure sui prezzi del petrolio. Con Alessandro Spada, che è il Presidente di Assolombarda, che ha posto l’accento sulla necessità di ‘agire subito per contrastare una situazione allarmante che si riflette sulle imprese e rischia di compromettere la ripresa‘.

Rilevate strozzature nella catena di approvvigionamento anche per la domanda di impianti

Assolombarda, per quel che riguarda le materie prime, rileva non solo impennate dei prezzi. Ma anche difficoltà e strozzature nella catena di approvvigionamento. Con un conseguente aumento dei tempi di consegna e difficoltà anche nel reperimento e nell’accesso agli impianti. Tra le altre materie prime non energetiche in tensione, rispetto ai prezzi pre-Covid, ci sono inoltre pure la carta, il legno, il grano ed anche il cotone.

Relevant news