Consumi di Natale 2022 e tredicesime, ecco l’analisi dell’ufficio studi della Confcommercio

Il punto sulle bollette di luce e gas in Italia, dagli aumenti a dove si paga di più

In vista del Natale del 2022, i consumi in Italia saranno salvati dalla fiducia degli italiani e dai sostegni economici. Mentre per il corrente mese le tredicesime, percepite dai pensionati e dai lavoratori dipendenti, saranno più magre. È questa, in estrema sintesi, la fotografia che è stata scattata dell’ufficio studi della Confcommercio sui consumi del mese di dicembre del 2022, e sulle gratifiche natalizie.

Il peso delle bollette di luce e gas negli ultimi due anni è aumentato a dismisura, ecco i numeri

Nel dettaglio, le tredicesime di Natale del 2022 saranno più magre, da destinare ai consumi, in quanto l’inflazione galoppante ed il caro delle bollette di luce e gas, sempre in accordo con l’analisi della Confcommercio, peseranno sulle famiglie italiane per ben 13,5 miliardi di euro.

Rispetto ai 6,7 miliardi di euro del 2020 ed ai 9,3 miliardi di euro del 2021. Quindi, negli ultimi due anni, per le bollette di luce e gas, è stato in tutto e per tutto un crescendo. Con le gratifiche natalizie erose, di conseguenza, da spese obbligate come quelle relative alla luce ed al gas per cucinare e per scaldarsi.

Ma in ogni caso l’economia italiana si avvicina in buona salute verso l’attesa recessione tecnica

In ogni caso, il direttore dell’Ufficio Studi Confcommercio, Mariano Bella, ha posto l’accento sulla ‘performance splendida della nostra economia negli ultimi 21 mesi‘. Così come è stato ‘sottovalutato il boom del turismo‘. Detto questo, secondo il direttore dell’Ufficio Studi Confcommercio l’Italia, comunque, arriva in buona salute all’attesa recessione tecnica per la nostra economia.

Relevant news