Enel X e Arrival insieme per l’e-bus a emissioni zero

Incentivi PMI autobus elettrici, ecco la nuova linea di intervento del PNRR

Al via in Italia il test sugli e-bus a emissioni zero. E questo, in particolare, grazie ad una partnership che Enel X ha siglato con Arrival, azienda che è quotata in Borsa a Wall Street, ed in particolare sul tabellone elettronico del Nasdaq.

Per l’e-bus a emissioni zero, Enel X e Arrival effettueranno dei test nel Circuito di Vallelunga

In accordo con una nota che è stata pubblicata da Enel, i test relativi all’e-bus a emissioni zero saranno effettuati nel Circuito di Vallelunga. Una location dove, inoltre, saranno utilizzate pure le soluzioni avanzate di ricarica per i veicoli elettrici ed i relativi servizi di Enel X Way.

I test che saranno effettuati sono importanti in quanto si deciderà se andare ad includere o meno Arrival Bus nel portafoglio di soluzioni di elettrificazione globale di Enel. Con Enel X che, in base alle specifiche esigenze del cliente, offre giè soluzioni e-bus anche con opzioni di leasing.

Ecco le dichiarazioni di Francesco Venturini e di Avinash Rugoobur

La partnership con Arrival è un altro passo importante verso il raggiungimento dei nostri obiettivi di elettrificazione del trasporto pubblico a livello globale‘, ha dichiarato, tra l’altro, Francesco Venturini che è responsabile di Enel X. Aggiungendo inoltre che ‘le autorità del trasporto pubblico si trovano di fronte a sfide molto importanti per rendere le città più intelligenti e sostenibili‘.

Mentre Avinash Rugoobur, che è il presidente di Arrival, ha posto l’accento sul fatto che ‘producendo i nostri veicoli in micro-fabbriche locali, alimentiamo una transizione verde globale che è equa, poiché portiamo occupazione alle comunità locali, utilizziamo fornitori locali e costruiamo veicoli progettati per i mercati locali‘.

Relevant news