Eni e Saipem insieme con la stipula di un accordo per sviluppare nuove bioraffinerie

La società chimica di Eni Versalis acquisisce Tecnofilm e si espande nel settore compounding

Nel settore dello sviluppo della bioraffinazione, Eni e Saipem, che sono due società che sono quotate in Borsa a Piazza Affari, hanno unito le forze. E lo hanno fatto, nello specifico, andando a siglare un accordo che supporta il percorso di trasformazione delle raffinerie tradizionali e lo sviluppo di nuove bioraffinerie Eni. Così come si legge online in una nota che è stata pubblicata online sul portale web della società del cane a sei zampe.

Eni e Saipem insieme con la stipula di un accordo per sviluppare nuove bioraffinerie

In particolare, l’agreement è stato sottoscritto in data odierna, lunedì 6 novembre del 2024, dall’Amministratore delegato di Saipem, Alessandro Puliti, e dal Direttore Generale Energy Evolution di Eni, Giuseppe Ricci.

L’accordo tra le due società Eni e Saipem risulta essere in linea con i rispettivi obiettivi di decarbonizzazione

Nello specifico, Eni e Saipem, in linea con i rispettivi obiettivi di decarbonizzazione, puntano a studiare ed eventualmente a realizzare impianti per la produzione di biocarburanti prodotti al 100% da materie prime rinnovabili. Precisamente, il biojet, che è un carburante sostenibile per l’aviazione, ed il biocarburante HVO diesel. Riporta altresì il colosso energetico Eni con una nota.

Ecco come la società del cane a sei zampe punta ad espandere la propria capacità di bioraffinazione

Inoltre, per Eni, l’accordo siglato con Saipem è in linea con l’obiettivo di espandere la propria capacità di bioraffinazione dagli attuali 1,65 milioni di tonnellate/anno a oltre 5 milioni di tonnellate/anno entro il 2030. Riferisce altresì la società del cane a sei zampe.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰