Filiere industriali strategiche. con il Pnrr 2,2 miliardi di euro a sostegno della competitività

Filiere industriali strategiche. con il Pnrr 2,2 miliardi di euro a sostegno della competitività

Nell’ambito delle priorità che sono state indicate nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), le risorse stanziate per la competitività delle filiere industriali strategiche ammontano a circa 2,2 miliardi di euro. Dagli investimenti sulle batterie ai semiconduttori, e passando per le rinnovabili, la farmaceutica ed il turismo in accordo con quanto è stato reso noto nei giorni scorsi con un comunicato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Dal MiSE arrivano 2,2 miliardi di euro per almeno 40 nuovi progetti d’investimento

E questo perché a destinare i 2,2 miliardi di euro a sostegno della competitività delle filiere industriali strategiche è stato proprio il MiSE. Con l’intento di realizzare almeno 40 nuovi progetti d’investimento su tutto il territorio nazionale. E questo, in particolare, facendo leva sullo strumento agevolativo dei Contratti di sviluppo.
Al riguardo, come sopra accennato, i settori interessati alla misura spaziano dall’automotive al design, moda e arredo, e passando per la microelettronica e semiconduttori, agroindustria e tutela ambientale e turismo. Ma anche i settori chimico-farmaceutico, metallo ed elettromeccanica.

1 miliardo di euro è destinato a rafforzare gli investimenti per la transizione ecologica

La dotazione finanziaria, in particolare, poggia su 450 milioni di euro che sono stati già stanziati con la legge di Bilancio del 2022. A questi si aggiunge 1 miliardo di euro per rafforzare gli investimenti per la transizione ecologica, e 750 milioni di euro che sono destinati invece, ha altresì sottolineato il MiSE, per i progetti d’investimento legati alla digitalizzazione, all’innovazione ed alla competitività delle filiere del made in Italy.

Relevant news