Gestione INPS Dipendenti Pubblici, pensioni e importi in crescita al primo gennaio 2024

Gestione INPS Dipendenti Pubblici, pensioni e importi in crescita al primo gennaio 2024

Per quel che riguarda la Gestione INPS per i Dipendenti Pubblici, le pensioni e gli importi si sono attestati in crescita al primo gennaio del 2024. Precisamente, e rispettivamente, con un +0,9% e con un +8,2% nel 2023. Questo è quanto si legge, infatti, in una nota che è stata pubblicata online sul portale web istituzionale dell’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale.

Gestione INPS per i Dipendenti Pubblici, le pensioni e gli importi sono in crescita al primo gennaio del 2024

Precisamente, alla data dell’1 gennaio del 2024 in Italia si contano 3.137.572 pensioni INPS della Gestione dei Dipendenti Pubblici. Con un incremento che è stato pari, come detto, allo 0,9% rispetto alle 3.107.983 pensioni INPS della Gestione dei Dipendenti Pubblici all’1 gennaio del 2023.

In controvalore, inoltre, l’INPS ha erogato nel 2023 pensioni ai Dipendenti Pubblici per 90.129 milioni di euro. Ovverosia, come detto anche in questo caso, l’8,2% in più rispetto ai 83.318 milioni di euro dell’anno precedente.

La maggioranza assoluta delle pensioni ai Dipendenti Pubblici è di anzianità oppure anticipata

Per caratteristiche, il 58,9% delle pensioni ai Dipendenti Pubblici erogate dall’INPS sono di anzianità o anticipate. Per un importo complessivo che è stato pari a 58.921 milioni di euro. Il 14,6% sono pensioni di vecchiaia, per un controvalore annuo che è pari a 15.047 milioni di euro. A seguire le pensioni di inabilità, con una quota sul totale che è pari al 6,3%. Mentre il restante 20,2% risulta essere costituito, complessivamente, dalle pensioni erogate ai superstiti di attivo e di pensionato. Si legge altresì nella nota dell’INPS.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰