Il turismo in Italia per le prossime festività pasquali, ecco perché i segnali sono positivi

Il turismo in Italia per le prossime festività pasquali, ecco perché i segnali sono positivi

In vista delle prossime festività pasquali, i segnali per il turismo italiano sono positivi. Questo è quanto, in estrema sintesi, rende noto Assoturismo in accordo con un’indagine che è stata effettuata dal Centro Studi Turistici di Firenze.

In particolare, quella del 2022 in Italia per il turismo italiano sarà in tutto e per tutto una Pasqua di speranza dopo la frenata dei flussi nel primo trimestre del corrente anno anche a causa del conflitto in Ucraina.

I dati dell’indagine Assoturismo – CST sul turismo italiano per la Pasqua 2022

Nel dettaglio, dall’indagine Assoturismo – CST è emerso che per le prossime festività sono previsti 4,7 milioni di pernottamenti. Con il 62,4% delle camere disponibili che è stato già prenotato. Per quel che riguarda inoltre gli arrivi dall’estero, da Asia orientale, Europa dell’est e Russia non sono attesi flussi significativi.

Anzi, per Assoturismo – CST sono non pervenuti mentre sono attesi turisti provenienti dall’America. In pratica per le feste di Pasqua 2022 gli stranieri arriveranno ma principalmente solo dai Paesi UE. Mentre il turismo extra-europeo non c’è.

Ecco le dichiarazioni del presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina

La Pasqua 2022 potrebbe rivelarsi un momento positivo per il turismo italiano, anche se la ripartenza non investe tutti i territori e le tipologie di destinazione, e non è sufficiente ad attenuare la delusione per i mediocri risultati dei mesi invernali’. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato il presidente di Assoturismo Confesercenti Vittorio Messina nel commentare i dati dell’indagine che è stata condotta dal Centro Studi Turistici di Firenze.

Relevant news