Joint Venture ENI-QatarEnergy per il più grande progetto al mondo di GNL

Gas dal Mozambico, il primo carico di GNL è partito dall’impianto Coral Sul FLNG

La società del cane a sei zampe ENI è entrata a far parte nel settore del gas, in Qatar, nel più grande progetto al mondo di GNL. A darne notizia nella giornata di ieri, 19 giugno del 2022, è stata proprio la società quotata in Borsa a Piazza Affari nel precisare al riguardo che, in qualità di nuovo partner internazionale per l’espansione del progetto North Field East (NFE), è stata selezionata da QatarEnergy.

Ecco la Joint Venture ENI-QatarEnergy

Nel corso di una cerimonia ufficiale, fa sapere ENI con una nota, l’accordo di partnership è stato siglato da Claudio Descalzi, che è l’Amministratore Delegato della società del cane a sei zampe, e da Saad Sherida Al-Kaabi che è Ministro di Stato per gli Affari Energetici, Presidente e Amministratore Delegato di QatarEnergy. La Joint Venture creata è al 25% detenuta da ENI, ed al 75% detenuta da QatarEnergy. Con la Joint Venture che, a sua volta, detiene il 12,5% dell’intero progetto NFE.

Si prevede che, per la messa in produzione, il progetto NFE possa essere attivo entro la fine dell’anno 2025. Con tecnologie e processi all’avanguardia che, tra l’altro, andranno a minimizzare l’impronta carbonica complessiva.

Le dichiarazioni dell’AD Claudio Descalzi intervenuto durante la cerimonia

Siamo onorati e lieti di essere stati scelti come partner nel progetto di espansione North Field East. Come nuovi arrivati in questo progetto di GNL di rilevanza globale, sentiamo il privilegio e la responsabilità di essere un partner strategico di riferimento per lo Stato del Qatar‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato l’amministratore delegato di ENI Claudio Descalzi nel suo intervento durante la cerimonia.

Relevant news