La Legge di bilancio 2023 per le imprese, dal Bonus IPO al Fondo garanzia PMI

La Legge di bilancio 2023 per le imprese, dal Bonus IPO al Fondo garanzia PMI

Il credito d’imposta per favorire la quotazione delle PMI in Borsa, ovverosia il cosiddetto Bonus IPO, è stato prorogato. Ad annunciarlo è stato il Governo italiano, nella serata di ieri, dopo che il Consiglio dei Ministri, presieduto dalla premier e leader di Fdi Giorgia Meloni, ha varato la Legge di bilancio per il 2023.

Il Bonus IPO prorogato ed il Fondo garanzia per le PMI rifinanziato con 1 miliardo di euro

Quella relativa al Bonus IPO è solo una delle tante misure che sono destinate nella manovra finanziaria proprio a favore delle imprese. Tra queste, infatti, c’è pure il Fondo garanzia PMI. In quanto l’Esecutivo che è guidato dalla premier Giorgia Meloni ha rifinanziato il Fondo mettendo sul piatto risorse per ben 1 miliardo di euro.

Con il Fondo per le PMI che, precisa altresì il Governo con una nota che è stata pubblicata sul sito Internet della Presidenza del Consiglio dei Ministri, garantisce tutte le operazioni finanziarie direttamente finalizzate all’attività d’impresa concesse da un soggetto finanziatore (banca o altro).

Plastic tax e sugar tax sospese anche nel 2023, verso la cancellazione nel 2024

Inoltre, per le imposte sui prodotti in plastica monouso e sulle bevande zuccherate, è arrivata la proroga della sospensione. Con minori tasse, a carico delle imprese interessate, per ben 600 milioni di euro. Ovverosia nel 2023 non entrerà in vigore la cosiddetta plastic tax. E lo stesso dicasi per la sugar tax. Ci si attende, inoltre, che dal 2024 queste due imposte vengano completamente eliminate. Dopo non essere peraltro mai entrate in vigore.

Relevant news