Mercato auto 2022 in Europa a gennaio, immatricolazioni sui minimi da oltre 20 anni

Mercato auto 2022 in Europa a gennaio, immatricolazioni sui minimi da oltre 20 anni

Parte male il mercato dell’auto 2022 in Europa per quel che riguarda il mese di gennaio. Con un calo delle immatricolazioni che, in particolare, è stato pari a -2,4% anno su anno. Ovverosia, sui minimi da almeno 22 anni in accordo con quanto è stato riportato dall’UNRAE con una nota.

Momento davvero difficile per il mercato dell’auto nel Vecchio Continente

Il calo, seppur contenuto a gennaio 2022, infatti, va confrontato con il mese di gennaio del 2020 quando già il mercato auto, sull’anno precedente, aveva perso un quarto dei volumi immatricolati. E non a caso, rispetto al 2019, la caduta per il mercato dell’auto si attesta al 33%.

Ecco il trend delle immatricolazioni a gennaio 2022 nei principali Paesi europei

Considerando i principali Paesi europei, a gennaio 2022 anno su anno le immatricolazioni sono aumentate in Germania dell’8,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Mentre in Francia c’è stata una caduta in doppia cifra con un -18,6%. Bene il Regno Unito con un +27,5% al traino delle immatricolazioni di veicoli elettrificati.

Mentre in Spagna con un +1% a gennaio 2022, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il mercato è rimasto sostanzialmente stabile. Molto male l’Italia che, con un calo di quasi il 20%, registra per il mercato dell’auto il peggior mese di gennaio da quasi 40 anni a questa parte.

Ecco le dichiarazioni del Direttore Generale dell’UNRAE sul mercato dell’auto in Italia

L’Italia continua ad essere l’unico fra i Major Market a non prevedere per il 2022 sostegni alla domanda di veicoli a zero o bassissime emissioni‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato Andrea Cardinali che dell’UNRAE è il Direttore Generale.

Relevant news