Mercato auto 2022 in Europa a gennaio, immatricolazioni sui minimi da oltre 20 anni

Incentivi auto 2022, ecco come cambia l'ecobonus dal 2 novembre

Parte male il mercato dell’auto 2022 in Europa per quel che riguarda il mese di gennaio. Con un calo delle immatricolazioni che, in particolare, è stato pari a -2,4% anno su anno. Ovverosia, sui minimi da almeno 22 anni in accordo con quanto è stato riportato dall’UNRAE con una nota.

Momento davvero difficile per il mercato dell’auto nel Vecchio Continente

Il calo, seppur contenuto a gennaio 2022, infatti, va confrontato con il mese di gennaio del 2020 quando già il mercato auto, sull’anno precedente, aveva perso un quarto dei volumi immatricolati. E non a caso, rispetto al 2019, la caduta per il mercato dell’auto si attesta al 33%.

Ecco il trend delle immatricolazioni a gennaio 2022 nei principali Paesi europei

Considerando i principali Paesi europei, a gennaio 2022 anno su anno le immatricolazioni sono aumentate in Germania dell’8,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Mentre in Francia c’è stata una caduta in doppia cifra con un -18,6%. Bene il Regno Unito con un +27,5% al traino delle immatricolazioni di veicoli elettrificati.

Mentre in Spagna con un +1% a gennaio 2022, rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, il mercato è rimasto sostanzialmente stabile. Molto male l’Italia che, con un calo di quasi il 20%, registra per il mercato dell’auto il peggior mese di gennaio da quasi 40 anni a questa parte.

Ecco le dichiarazioni del Direttore Generale dell’UNRAE sul mercato dell’auto in Italia

L’Italia continua ad essere l’unico fra i Major Market a non prevedere per il 2022 sostegni alla domanda di veicoli a zero o bassissime emissioni‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato Andrea Cardinali che dell’UNRAE è il Direttore Generale.

Relevant news