Mercato auto Italia 2021, stima immatricolazioni lontana dai livelli del 2019

Mercato auto Italia 2021, stima immatricolazioni lontana dai livelli del 2019

Per il 2021 in Italia, per quel che riguarda il mercato dell’auto, l’UNRAE stima 1.550.000 immatricolazioni, ovverosia un numero inferiore di quasi il 20% rispetto ai livelli pre-Covid del 2019. Questo è quanto, infatti, prevede al momento l’UNRAE dopo che nel nostro Paese, per il mese di gennaio del 2021, c’è stato un passo falso con un calo delle immatricolazioni anno su anno in doppia cifra.

Perché il mercato auto è sceso del 14% nel mese di gennaio del 2021

E precisamente con 134.001 nuove vetture immatricolate che, rispetto alle 155.867 del mese di gennaio del 2020, fanno un calo secco del 14%. Sempre secondo l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri, il calo si spiega non solo con le limitazioni e con le restrizioni a causa della pandemia di coronavirus, ma anche con il fatto che, nel confronto anno su anno, il mese di gennaio del 2021 ha presentato due giorni lavorativi in meno. Così come non sono stati di certo propizi i ritardi legati all’apertura del portale per la richiesta degli incentivi statali.

Ma gli incentivi alla rottamazione stanno comunque evitando risultati ben peggiori

Senza gli incentivi, fa comunque presente l’UNRAE, i risultati sulle immatricolazioni per il settore auto sarebbero stati ben peggiori. In particolare, l’Unione Nazionale Rappresentanti Autoveicoli Esteri segnala, proprio grazie ai bonus di stato, risultati importanti per quel che riguarda le richieste di rottamazione sulla fascia incentivata da 61 a 135 g/km. Si tratta, prosegue la nota dell’UNRAE, da un lato di un ottimo risultato per l’ambiente, ma dall’altro la disponibilità di fondi rischia di esaurirsi rapidamente già nel primo trimestre del 2021.

Relevant news