Nasce la Comunità Energetica Ferrari grazie ad un accordo con Enel X

Con Giovanni Soldini la Ferrari si prepara a competere nel mondo della vela

Nasce la Comunità Energetica Ferrari grazie ad un accordo con Enel X. Precisamente, un progetto per le fonti rinnovabili che prevede, nello specifico, la condivisione, da parte di cittadini, imprese e istituzioni, dell’energia prodotta da un nuovo impianto fotovoltaico presso il circuito di Fiorano. Per quella che, quindi, è un’iniziativa di decarbonizzazione, la prima in Italia a livello industriale che viene avviata da un’impresa a beneficio del proprio territorio.

Nasce la Comunità Energetica Ferrari grazie ad un accordo con la società Enel X

Nel dettaglio, questi, per l’impianto fotovoltaico di Fiorano, sono i dati chiave: su un’area di 10.000 mq sarà prodotta per 20 anni energia elettrica media annua pari a 1.500 MWh. E questo, in particolare, grazie a ben 1.818 pannelli bifacciali da 550 W cadauno. Cosa che permetterà, in termini di risparmio ambientale, un taglio delle emissioni di anidride carbonica (CO2) pari a circa 450 tonnellate all’anno. Così come si legge in una nota che è stata pubblicata online sul portale web societario ferrari.com.

Ecco le dichiarazioni di Benedetto Vigna, il CEO di Ferrari

La sostenibilità è per noi prioritaria. Vogliamo raggiungere l’obiettivo della carbon neutrality al 2030, certo, ma non nascondiamo l’ambizione di ispirare un cambiamento più ampio‘. Questo è quanto, tra l’altro, ha dichiarato Benedetto Vigna, il CEO di Ferrari, nel commentare l’accordo che è stato siglato con Enel X. Aggiungendo inoltre che ‘la Comunità Energetica Ferrari è una testimonianza concreta della possibile sinergia fra un’industria e la comunità in cui opera e un modello che può apportare importanti benefici al sistema energetico italiano‘.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰