Obbligazioni ENI a tasso fisso, ecco il bond collegato agli obiettivi di sostenibilità

ENI annuncia un progetto strategico con la Libia per la produzione di gas

Lunedì prossimo, 16 gennaio del 2023, parte l’offerta di un bond ENI. Si tratta, nello specifico, di obbligazioni della società del cane a sei zampe che sono collegate ai propri obiettivi di sostenibilità. Con la nuova emissione che, in particolare, è destinata al pubblico in Italia, e che sarà quotata sul MOT. Ovverosia sul Mercato Telematico delle Obbligazioni che è organizzato e che è gestito da Borsa Italiana.

Bond ENI a tasso fisso non inferiore al 4,30% in collocamento dal 16 gennaio 2023

In accordo con una nota che è stata pubblicata sul portale societario ENI.com, le obbligazioni presentano le seguenti caratteristiche: un tasso fisso non inferiore al 4,30%, una durata che è pari a cinque anni, e nessuna spesa né commissione di sottoscrizione. Con il lotto minimo sottoscrivibile che, inoltre, è pari a 2.000 euro.

Ed in ogni caso prima della sottoscrizione l’investitore deve leggere il prospetto informativo relativo all’offerta pubblica di sottoscrizione e ammissione a quotazione sul MOT che è stato già approvato dalla Consob che è la Commissione nazionale per le società e la Borsa.

Ecco le Obbligazioni Eni Sustainability-linked 2023/2028 per un importo iniziale di 1 miliardo di euro

Nel dettaglio, riferisce altresì la società del cane a sei zampe, le Obbligazioni Eni Sustainability-linked 2023/2028 offriranno un tasso di interesse a scadenza che è collegato ai target di riduzione delle emissioni nette di gas serra (Scope 1 e Scope 2) associate al business Upstream e di incremento della capacità installata da fonti rinnovabili.

L’importo complessivo iniziale in collocamento per il bond, legato agli obiettivi di sostenibilità di ENI, è pari a 1 miliardo di euro. Ma la società che è quotata in Borsa a Piazza Affari potrà aumentare tale importo fino a 2 miliardi di euro in caso di eccesso di domanda.

Relevant news