Ora legale 2021: ecco quali sono i benefici elettrici, economici ed ambientali

Ora legale, ecco quali sono i benefici elettrici, economici ed ambientali

In data odierna, domenica 28 marzo del 2021, le lancette dell’orologio sono state portate in avanti di 60 minuti. E questo perché è entrata in vigore la cosiddetta ora legale che, ha riportato la società quotata in Borsa a Piazza Affari Terna, apporta benefici non solo di natura elettrica, ma anche ricadute positive a livello economico ed ambientale.

I risparmi 2020 grazie all’ora legale, ecco i dati di Terna

In particolare, grazie all’ora legale, l’anno scorso c’è stato un risparmio di elettricità pari a 400 milioni di kWh che corrispondono ai consumi medi annui di elettricità da parte di circa 150 mila famiglie italiane. Un minor consumo di elettricità che ha innescato a livello economico un risparmio di 66 milioni di euro circa, e mancate emissioni di anidride carbonica (CO2) nell’atmosfera per ben 205 mila tonnellate sempre in accordo con i dati che sono stati forniti dalla Terna che, in Italia, per l’energia elettrica gestisce le reti di trasmissione.

Ora legale resterà in vigore fino al 31 ottobre del 2021

L’ora legale da oggi resterà in vigore per ben 7 mesi. Si passerà infatti all’ora solare il prossimo 31 ottobre del 2021. Dal 2004 in poi, ha altresì reso noto la società Terna, in Italia con l’ora legale l’elettricità risparmiata, per un controvalore economico pari ad oltre 1,7 miliardi di euro, è stata pari a 10 miliardi di kWh.

Il risparmio di energia elettrica, legato allo spostamento in avanti di 1 ora delle lancette, è dovuto al fatto che in questo modo si ritarda l’uso della luce artificiale specie nelle ore quando ancora le attività lavorative risultano essere in pieno svolgimento.

Relevant news