Per le dichiarazioni dei redditi 2023 l’Agenzia delle Entrate ha già pronti i modelli in bozza

Tasse sul lavoro nel 2023, ecco la novità vantaggiosa sui premi di produttività

Il 2022 deve ancora finire, ma il Fisco italiano è già proiettato verso la stagione dichiarativa del 2023. E nel farlo ha già pubblicato online le bozze dei vari modelli di dichiarazione. In particolare, nei giorni scorsi l’Agenzia delle Entrate ha alzato il velo sulle bozze dei modelli CU ed IVA 2023.

Già pronti i modelli dichiarativi del 2023 in bozza, dal Consolidato nazionale e mondiale al modello Redditi Società di persone

Ed ora, sul sito Internet dell’Agenzia delle Entrate, sono disponibili in bozza, insieme alle relative istruzioni, pure i seguenti modelli di dichiarazione: il Consolidato nazionale e mondiale, IRAP, Redditi Società di capitali, 730, Redditi Enti non commerciali, Redditi Persone fisiche (fascicolo 1, fascicolo 2 e fascicolo 3), 770 e Redditi Società di persone in accordo con quanto è stato riportato sul web dal Quotidiano telematico dell’Agenzia delle Entrate FiscoOggi.it.

Novità per i modelli 730 e Redditi Persone Fisiche per la stagione dichiarativa del 2023

Per quel che riguarda i due modelli di dichiarazione più utilizzati, ovverosia il Redditi Persone Fisiche ed il 730, nelle bozze del 2023 trovano spazio, tra l’altro, i nuovi scaglioni Irpef. Ma anche le nuove detrazioni per i dipendenti, autonomi e pensionati. e le novità previste anche per le detrazioni per carichi di famiglia. Sempre in accordo con quanto è stato reso noto dall’Agenzia delle Entrate.

Con l’assegno unico, che è partito nel mese di marzo 2022, i modelli Redditi PF e 730 cambiano pure per quel che riguarda il prospetto relativo ai ‘Familiari a carico’. Così come ci sono novità anche in merito al Bonus che è previsto per le spese sostenute per l’installazione di sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili.

Relevant news