Piccole imprese italiane moda e tessile, via libera ai contributi a fondo perduto

Piccole imprese italiane moda e tessile, via libera ai contributi a fondo perduto

Via libera a 5 milioni di risorse per sostenere in Italia il comparto della moda, del tessile e degli accessori. E questo dopo che, in accordo con una nota del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), l’apposito decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Contributi a fondo perduto per la valorizzazione del tessile made in Italy

Il decreto del MiSE, in particolare, stabilisce quelli che sono i criteri e le modalità di accesso alle risorse che sono state stanziate con il Decreto Rilancio. I fondi saranno erogati con la formula dei contributi a fondo perduto a favore delle piccole e medie imprese del settore richiedenti che, nell’ambito della valorizzazione dei prodotti made in Italy, realizzeranno progetti innovativi e tecnologici.

Sostegno alle piccole imprese italiane della moda e del tessile con particolare riguardo alle start-up

Possono accedere ai contributi a fondo perduto le imprese del settore di nuova ed anche di recente costituzione. Con il decreto del MiSE che mira in particolare a sostenere lo sviluppo delle start-up del tessile, della moda e degli accessori con focus, nello specifico, sugli investimenti nelle creazioni e nel design, ed anche per la promozione di giovani talenti nel comparto. Il contributo a fondo perduto ottenibile, fino ad esaurimento delle risorse che sono state stanziate, è pari al 50% dell’ammontare complessivo della spesa per investimenti ammissibile.

Per saperne di più, sul sito Internet mise.gov.it è possibile visionare e scaricare in formato pdf il Decreto ministeriale del 18 dicembre del 2020 che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 32 dell’8 febbraio del 2021.

Relevant news