Risultati collocamento BTP Futura seconda emissione, ecco quanto rende

Titoli di Stato 2020, emissione CTZ 24 mesi e BTP€i il 25 novembre

Un rendimento dello 0,35% per i primi tre anni, lo 0,60% per i successivi tre anni, e l’1% per i restanti due anni di vita del titolo. Sono questi i tassi definitivi ed ufficiali per la seconda emissione del BTP Futura il cui collocamento, ha reso noto nella giornata di ieri il MEF con un comunicato ufficiale, si è concluso con un controvalore complessivo di emissione pari a 5.711,308 milioni di euro, e con 123.717 contratti che sono stati sottoscritti.

BTP Futura seconda emissione con la scadenza nel mese di novembre del 2028, titolo 100% retail

La seconda emissione del BTP Futura, che è stato lanciato dal MEF per finanziare le misure legate all’emergenza Covid-19, è stata destinata solo ed esclusivamente alla categoria degli investitori retail con la data di godimento il prossimo 17 novembre del 2020, e con la scadenza a 8 anni, ovverosia il 17 novembre del 2028 con i rendimenti sopra indicati.

Seconda emissione di BTP Futura, la maggioranza dei contratti sotto la soglia dei 50mila euro

Il taglio medio di sottoscrizione, considerando la totalità dei 123.717 contratti che sono stati sottoscritti, si è attestato a 46.164,29 euro. Circa l’85% del totale dei contratti si è inoltre attestato al di sotto della soglia dei 50mila euro. Il picco di domanda è stato registrato il primo giorno con la quasi totalità degli ordini, pari a circa il 96% del totale, che è riconducibile ad investitori domestici. In particolare, la fase di collocamento è durata 5 giorni, a partire dal giorno 9 novembre 2020 e fino alle ore 13 del 13/11/2020.

Relevant news