Tassi di interesse sui mutui casa: allarme FABI, saliranno al 6%

Come sono aumentati in Italia i mutui casa a tasso variabile in un anno

Al pari della Federal Reserve, che è la Banca centrale americana, pure la Banca centrale europea sta ripetutamente alzando il costo del denaro. Con la Fed e con la BCE che, in questo modo, puntano a frenare l’ascesa dell’inflazione.
Perché i mutui per la casa in Italia sono destinati a schizzare fino al 6%.

Pur tuttavia, con i tassi di interesse sempre più alti il salasso sull’accesso al credito è inevitabile. Non a caso da uno studio della FABI, che è la Federazione Autonoma Bancari Italiani, è emerso che i tassi di interesse sui mutui casa sono destinati a schizzare fino al 6%.

Accesso al credito sempre più caro per le famiglie e per le imprese nel nostro Paese

In altre parole, attraverso il sistema bancario, in Italia l’accesso al credito è e sarà sempre più caro sia per le famiglie, sia per le imprese. Con aumento a catena dei costi per i finanziamenti, per i prestiti e per i mutui ipotecari. A partire da quelli per l’acquisto della prima casa ad uso residenziale.

La BCE non fa sconti ma rende i finanziamenti, i mutui ed i prestiti sempre più cari

In più, il rischio è quello di ulteriori aumenti dei tassi di interesse. Visto che la BCE giovedì scorso ha alzato il costo del denaro di altri 50 punti base, ma ha lasciato la porta aperta, praticamente spalancata in merito a futuri ed ulteriori incrementi.

Considerando che l’inflazione resta ancora molto alta, inoltre, inizia a farsi strada il pensiero relativo all’inefficacia delle manovre restrittive adottate dalla BCE. Con scelte che potrebbero solo rendere più lunga la recessione tecnica che è attesa in Europa per i primi mesi del prossimo anno.

Relevant news