Trading oro e petrolio, stretta USA su speculazione materie prime

Trading oro e petrolio, stretta USA su speculazione materie prime

Presto negli Stati Uniti potrebbe arrivare una stretta alla speculazione sulle materie prime da parte degli hedge funds, ovverosia da parte dei fondi speculativi. La CFTC, Commodity Futures Trading Commission, ha infatti messo a punto un nuovo testo in fase di consultazione per un periodo pari a 60 giorni. Dopodiché, se al testo sarà dato il via libera definitivo, su un totale di 25 materie prime gli hedge funds saranno chiamati a rispettare delle regole più stringenti per quel che riguarda la loro esposizione.

Trading su oro e su petrolio, la CFTC prepara la stretta sugli hedge funds

La novità legata al nuovo testo della CFTC, riporta ilsole24ore.com, è quella relativa all’introduzione di limiti al trading pure su metalli e combustibili, e quindi su asset come l’oro e come il petrolio. Pure per questi asset i fondi speculativi dovranno così rispettare dei tetti sulle loro posizioni.

La lobby dei fondi speculativi ha già vinto una volta in tribunal

Già da dieci anni a questa parte la CFTC ha il potere di arginare la speculazione su oro e petrolio, ma non è mai riuscita ad esercitarlo per ragioni prima di tutto politiche e poi anche giudiziarie. Ma ora potrebbe essere la volta buona. Per esempio, già nel 2012 si era cercato di porre il freno alla speculazione, ma due associazioni di hedge funds si erano appellate ad un tribunale ottenendo una sentenza favorevole.

Ma pure all’interno della stessa Commodity Futures Trading Commission ci sono evidenti spaccature

Ma ci sono divisioni pure all’interno della stessa CFTC visto che il nuovo testo è passato a maggioranza per il rotto della cuffia, ovverosia con 3 voti favorevoli e 2 voti contrari. Aspettando ora la fumata bianca, quindi, per il momento la prudenza è d’obbligo.

Relevant news