La flotta Lannutti sceglie HVOlution, il diesel 100% di Eni da materie prime rinnovabili

La società chimica di Eni Versalis acquisisce Tecnofilm e si espande nel settore compounding

HVOlution, che è il diesel che viene prodotto per il 100% da materie prime rinnovabili, ora muove la flotta Lannutti. E questo dopo che, tramite la società Eni Fuel, Enilive (Eni Sustainable Mobility) ha sottoscritto un accordo per l’utilizzo di HVOlution con Lannutti. Che è un Gruppo che è leader nel settore della logistica e dei trasporti su strada. Così come si legge online in una nota che in data odierna, giovedì 19 ottobre del 2024, è apparsa sul portale web societario eni.com.

La flotta del Gruppo Lannutti sceglie HVOlution che è il diesel 100% di Eni da materie prime che sono rinnovabili

Con questo accordo siglato con Enilive, il Gruppo Lannutti ha così scelto di contribuire attivamente al percorso di decarbonizzazione. In particolare, il diesel 100% di Eni da materie prime rinnovabili risulta essere prodotto, in prevalenza, da scarti e da residui, come ad esempio gli oli alimentari esausti o gli scarti di lavorazione di olii vegetali. Si legge altresì in una nota che è stata pubblicata online sul portale web della società del cane a sei zampe eni.com.

Ecco come viene prodotto HVOlution anche con agri-hub che Eni sta sviluppando in diversi Paesi africani

In più, HVOlution può essere prodotto pure da olii generati da terreni non in competizione con la filiera alimentare. Con l’approvvigionamento che, nello specifico, avviene attraverso una rete di agri-hub che la società Eni sta sviluppando in diversi Paesi africani. Con Enilive che è il brand di Eni che è dedicato alla mobilità sostenibile che ha l’obiettivo di fornire i servizi ed i prodotti progressivamente decarbonizzati per la transizione energetica.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰