L’attivazione del Servizio a Tutele Graduali per l’elettricità slitta dal 1° aprile al 1° luglio 2024

Bollette luce per il primo trimestre del 2024, tariffe in calo per i clienti domestici in tutela

Slitta di qualche mese in Italia l’attivazione, per le forniture di energia elettrica ad uso domestico, del cosiddetto Servizio a Tutele graduali. Nell’ambito del processo del ‘fine tutela’ per i clienti domestici non vulnerabili di elettricità, infatti, lo slittamento dal 1° aprile al 1° luglio del 2024 arriva grazie all’ultimo decreto energia 181/23 del Governo italiano in accordo con quanto si legge online in una nota che in data odierna, mercoledì 20 dicembre del 2023, è stata pubblicata online sul portale web arera.it. Ovverosia sul sito Internet dell”Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente.

L’attivazione del Servizio a Tutele Graduali per l’elettricità slitta dal 1° aprile al 1° luglio 2024

Il servizio per chi non sceglie dopo il ‘fine tutela’ finora, infatti, era previsto dal 1° aprile del 2024. Ma ora per decreto c’è lo slittamento di qualche mese. Uno slittamento che, riferisce altresì l’ARERA con una nota, è finalizzato ad assicurare uno svolgimento coerente della transizione.

L’ARERA, di riflesso, ha fatto slittare la data per lo svolgimento delle aste

Non a caso l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA), già il giorno dopo l’approvazione dell’ultimo decreto energia 181/23, ha fatto slittare al al 10 gennaio del 2024 lo svolgimento delle aste per la selezione degli operatori che effettueranno il servizio. In più, la proroga permetterà di attivare, proprio per l’attivazione del Servizio a Tutele Graduali per l’elettricità, una campagna informativa e conoscitiva che dovrà essere condotta dal MASE. Ovverosia da parte del Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰