Perché in Italia l’inflazione è salita all’8%

Allarme rincari, le famiglie italiane spendono sempre di più per acquistare meno

In Italia, per quel che riguarda il carovita, si mette davvero male per le famiglie ed anche per le imprese. E questo perché l’Istat l’1 luglio del 2022 ha comunicato i dati provvisori sull’inflazione dello scorso mese di giugno. Rilevando per l’indice dei prezzi al consumo un aumento dell’1,2% su base mensile, e addirittura a +8% su base annua.

Perché in Italia l’indice ISTAT dei prezzi al consumo è in forte accelerazione

Su base annua l’inflazione in Italia è in forte accelerazione, visto che a maggio 2022, invece, l’incremento per l’indice dei prezzi al consumo, su base tendenziale, era stato pari a +6,8%. E questo chiaramente aspettando per giugno 2022, sull’inflazione in Italia, i dati definiti che saranno allo stesso modo comunicati dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT).

Inflazione in aumento a giugno sempre a causa, principalmente, dei beni energetici

L’ennesimo rialzo dell’inflazione in Italia è guidato ancora una volta dai beni energetici, ed in particolare dai beni energetici non regolamentati. Con a seguire i beni alimentari lavorati e non lavorati, ed il settore dei servizi. Precisamente, i servizi ricreativi, quelli culturali e quelli per la cura della persona sempre in accordo con le rilevazioni dell’ISTAT. All’aumento dell’inflazione a giugno 2022, inoltre, ha contribuito pure l’aumento dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti.

In aumento il mese scorso pure l’inflazione depurata delle componenti più volatili, ovverosia energia e alimentari freschi

Pur depurando l’indice dalle componenti energia e alimentari freschi, che sono quelle più volatili, nel mese di giugno del 2022 l’inflazione cosiddetta di fondo è comunque aumentata passando da +3,2% a +3,8%.

Relevant news