Stoccaggio di anidride carbonica, Eni ottiene la seconda licenza nel Regno Unito

Azioni Saipem, ENI annuncia il completamento della cessione del 10% del capitale sociale

Il colosso energetico Eni, che è quotato in Borsa a Piazza Affari, ha ottenuto nel Regno Unito la sua seconda licenza per lo stoccaggio di anidride carbonica (CO2). L’autorizzazione, in particolare, è arrivata da parte dell’Autorità Britannica a favore della Eni UK che, nel Regno Unito, è una società affiliata dell’azienda del cane a sei zampe.

Stoccaggio di anidride carbonica, Eni ottiene la sua seconda licenza nel Regno Unito

Precisamente, la licenza che è stata ottenuta da Eni è quella relativa allo stoccaggio di anidride carbonica per il giacimento a gas depletato di Hewett. Un giacimento che, nello specifico, risulta essere ubicato a circa 20 km al largo di Bacton. Ovverosia nella parte meridionale del Mare del Nord del Regno Unito. Si legge altresì in una nota che è stata pubblicata online sul portale web societario eni.com.

Ecco perché il giacimento di Hewett può stoccare la CO2 in maniera permanente

In coerenza con quelli che sono i piani e gli obiettivi di decarbonizzazione del Regno Unito, il giacimento è ideale per lo stoccaggio della CO2 in maniera permanente. Dato che, tra l’altro, il giacimento si trova nelle vicinanze delle industrie nel sud-est dell’Inghilterra e nell’area dell’estuario del Tamigi. Ha altresì messo in risalto la società energetica che è quotata in Borsa a Piazza Affari con una nota.

Quella che è stata ottenuta da Eni, come sopra accennato, è la seconda licenza per lo stoccaggio della CO2. Con la prima licenza che invece è quella che la società del cane a sei zampe ha ottenuto nel 2020 presso la Baia di Liverpool. Un’area dove Eni è l’operatore del trasporto e dello stoccaggio di anidride carbonica all’interno del Consorzio HyNet North West.

Notizie Rilevanti

💰 Apri un conto AvaTrade, scelta TOP in Italia per Trading Online. Deposito minimo 100€! 💰