Cosa sono i Supporti e le Resistenze nel Trading Online?

supporti e resistenze

Nelle analisi tecniche dei propri oggetti di investimento, sono comuni gli usi dei termini supporto e resistenza. Ma che cosa sono? E quali sono le implicazioni per l’investitore in grado di individuare i supporti e le resistenze correttamente in un grafico?

Supporti e Resistenze: Definizione e Differenza

Andiamo con ordine. Esaminando un qualsiasi grafico è facile imbattersi in livelli di prezzo particolarmente “rigidi”, ovvero delle soglie di prezzo in cui il mercato sembra esitare. Domanda e offerta si contendono la prevalenza le une sulle altre, dando seguito a una battaglia particolarmente aspra che, evidentemente, si conclude quando una delle due forze riesce ad avere la meglio.

In questo ambito, parliamo di supporto per individuare quel livello in cui la domanda è particolarmente forte, tanto che i venditori non riescono ad avere la meglio su di lei. Giova ricordare fin da questa breve sintesi che il supporto è tanto più forte quanto, in passato, i venditori hanno provato con scarso esito a “romperlo”. Un minimo storico di lungo respiro è il classico esempio di supporto che sarà generalmente piuttosto duro da superare.

supporto

Di contro, parliamo di resistenza per individuare quel livello in cui è l’offerta ad essere particolarmente forte, tanto che gli acquirenti non riescono ad imporsi sui venditori. Anche in questo caso è bene condividere che un livello di resistenza è giudicabile tanto più forte quante più sono le volte che è stato testato senza venire rotto. E, dunque, un massimo storico di lungo respiro è un tradizionale esempio di resistenza che sarà di norma ardua da superare.

resistenza

Punti di Rottura e Dinamicità

Chiarito quanto sopra, possiamo integrare questo breve approfondimento sul concetto di supporto e di resistenza evidenziando che se un livello di supporto viene rotto, diventa un livello di resistenza. Per la stessa linea di analisi, se è un livello di resistenza ad essere rotto, allora diverrà un livello di supporto.

rottura supporto

rottura resistenza

Il motivo che ci spiega quanto sopra è piuttosto semplice, ed è una diretta conseguenza dell’analisi dei pilastri dell’analisi tecnica che abbiamo esaminato non troppi giorni fa: il mercato ha “memoria”, ovvero si ricorda dei livelli passati di supporto e di resistenza. Per tale motivo, i venditori e gli acquirenti sono soliti fissare i propri ordini di vendita e di acquisto, in corrispondenza di tali livelli tecnici, che divengono piuttosto importanti per gli investitori, e soprattutto per coloro che fanno affidamento sull’analisi tecnica per poter orientare il proprio comportamento.

Concludiamo infine sottolineando che di norma si è soliti parlare di livelli di supporto e di resistenza statici se gli stessi corrispondono a un punto preciso e costante nel tempo, come ad esempio avviene con i massimi e i minimi precedenti. Di contro, si parlerà di livelli di supporto e di residenza dinamici se ci troviamo di fronte a una trendline.

Approfondiremo entrambi i concetti nei prossimi approfondimenti: continuate a seguirci!

Relevant news