Come Chiedere il Rimborso Paypal

chiedere un rimborso

Se sei solito fare acquisti con un portafoglio elettronico come Paypal, è importante che tu sia a conoscenza delle condizioni per ottenere un eventuale rimborso. Dunque, ad esempio, potresti non ricevere il prodotto ordinato o, ancora, potresti ricevere un prodotto diverso da quello che ti aspettavi o, infine, potrebbe arrivarti la taglia sbagliata dell’articolo che hai ordinato.

L’obiettivo di questo articolo è quello di descrivere nel dettaglio la procedura di rimborso su PayPal, quindi come e quando è possibile richiedere il rimborso e quali sono le tempistiche necessarie per tornare in possesso del proprio denaro.

Tempistiche Rimborso PayPal

Le tempistiche necessarie alla ricezione del tuo rimborso variano in base alla situazione. In caso di inadempimento del venditore, ad esempio, i tempi di richiesta rimborso a PayPal variano tra i 180 e i 200 giorni. Se, invece, il problema riscontrato riguarda una transazione non autorizzata, il rimborso da parte di PayPal avverrà entro 13 mesi. Se, ancora, il motivo del problema riscontrato fosse un addebito diretto inaspettato, il rimborso del denaro avverrà in 8 settimane.

In caso, infine, di pagamento errato, il rimborso da parte di PayPal avverrà entro 13 mesi. Per quanto riguarda, poi, problematiche relative ad un cambio taglia o ad un ripensamento, il rimborso dovrà essere richiesto al venditore e le tempistiche saranno quelle indicate sulla policy dei resi del venditore.

Cos’è e a Cosa Serve la Protezione Acquisti PayPal

rimborso paypal

La protezione acquisti PayPal è un servizio aggiuntivo in grado di aumentare la tutela del consumatore. Usufruendo di quest’ultima, nel caso in cui si decidesse di attivare tale procedura e si avesse diritto al rimborso, PayPal ti aiuterà ad ottenerlo. I casi in cui si ha diritto alla protezione acquisti Paypal sono principalmente due: nel caso in cui il venditore sia inadempiente a causa della mancata consegna del prodotto e nel caso in cui quest’ultimo risulti inadempiente a causa delle notevoli differenze presenti tra il prodotto pervenuto a destinazione e quello descritto online.

Per poter beneficiare della protezione acquisti PayPal le condizioni da osservare sono le seguenti: l’acquisto deve essere pagato tramite PayPal e dev’essere idoneo, non dev’essere stato ricevuto alcun tipo di rimborso per l’acquisto tramite altri metodi, dev’essere aperta una contestazione tramite il centro risoluzioni entro 180 giorni dalla data di invio del pagamento e seguire, quindi, la procedura prevista. Infine, ultime due condizioni, ma non per importanza: il tuo conto PayPal dovrà essere in regola e dovrai rispondere alle richieste di documentazione da parte di PayPal entro le tempistiche imposte dalla piattaforma.

Attivare la protezione acquisti PayPal è estremamente semplice. Per farlo è necessario, innanzitutto, aprire la contestazione entro 180 giorni dalla data di pagamento. Da quel momento si hanno a disposizione 20 giorni per procedere alla trasformazione della contestazione in reclamo. Dunque, se la tua richiesta si mostra valida, la piattaforma provvederà al rimborso entro 30 giorni.

Cause di Possibili Rimborsi PayPal

Diverso è, poi, il caso di transazioni non autorizzate. Nel caso in cui dovessi riscontrare transazioni di pagamento non autorizzate, sarà possibile contattare PayPal descrivendo il problema entro un tempo massimo pari a 13 mesi. Nel caso in cui si preferisca, invece, fare una segnalazione a voce, essa dovrà obbligatoriamente essere seguita da una segnalazione scritta che dovrà verificarsi entro 10 giorni lavorativi. A questo punto la piattaforma verificherà la situazione e, nel caso in cui si attesti la mancanza di intento fraudolento da parte dell’utente, provvederà al rimborso.

Altra situazione in cui sarà possibile ricevere un rimborso da parte della piattaforma è quella in cui l’utente abbia autorizzato un addebito diretto senza aver stabilito prima l’importo che è risultato, successivamente, più alto del solito. In questo caso l’utente avrà a disposizione 8 settimane per contattare PayPal. Una volta presa visione della situazione, Paypal provvederà al rimborso entro 10 giorni o, nel caso in cui per qualche ragione tu non abbia diritto al rimborso, la piattaforma provvederà a spiegarti le ragioni del mancato rimborso.

Altra situazione ancora è quella in cui si sia effettuato un pagamento per errore. Nel caso in cui ciò si verifichi, sarà necessario verificare la presenza di tale pagamento all’interno della cronologia e, nel caso in cui il pagamento risultasse sospeso, procedere all’annullamento del pagamento. Ad ogni modo, i pagamenti non riscossi entro 30 giorni, verranno rimborsati sul tuo conto PayPal. In caso di necessità è comunque sempre possibile segnalare un pagamento errato a Paypal entro 13 mesi. La piattaforma valuterà entro 60 giorni se concederti o meno il rimborso.

Reso e Rimborso: Come Funzionano

Paypal Logo

E’ chiaro che, nel caso in cui il venditore abbia correttamente adempiuto ai suoi obblighi e la transazione sia avvenuta in maniera regolare, non avrai la possibilità di usufruire di un rimborso PayPal. Nonostante ciò, in taluni casi, sarà possibile ottenere un rimborso da parte del venditore. In questi casi rientrano il cambio di taglia o l’aver cambiato idea rispetto ad un determinato acquisto. Alcuni venditori prevedono inoltre, resi gratuiti.

Per verificare la presenza di tale possibilità sarà sufficiente verificare la policy di reso del venditore. Dunque, per contattare il venditore e chiedere il rimborso la procedura sarà la seguente: accedi a PayPal, vai su cronologia, individua la transazione oggetto di interesse, clicca su quest’ultima e recupera, quindi, i contatti del commerciante. Quest’ultimo potrà erogare un rimborso Paypal completo o parziale entro 180 giorni dalla data di pagamento. Se supera tale limite, ti verrà addebitata una tariffa per la ricezione del rimborso.

Relevant news