Cos’è Stripe e Come Funziona? Scopriamo Se Fa al Caso Tuo

Stripe

Stripe è una piattaforma americana nata nel 2011 che permette a privati e aziende di inviare e ricevere pagamenti utilizzando Internet. La sua particolarità è che ogni operazione è basata su cloud e che il sistema accetta ben 135 valute utilizzando sia carte di credito che di debito che altre modalità di pagamento.

Come nel caso di Wise per i conti multivaluta business, anche questo operatore ha come obiettivo primario quello di incrementare il Pil di Internet, ovvero di far crescere quel misuratore monetario che stabilisce il benessere di un Paese o di un mondo virtuale, come il web. Grazie a Stripe ogni operazione, che sia un pagamento o un bonifico, è molto intuitiva.

Per questo, oltre al fatto che accetta un altissimo numero di valute, è scelta da aziende o piccoli professionisti che svolgono anche un’attività online, ovvero che vendono prodotti e servizi tramite e-commerce, per esempio. Grazie ad un’integrazione innovativo, Stripe accetta pagamenti da tutto il mondo e permette di incrementare le vendite.

Si tratta di una realtà solida, scelta sia da start up che piccole realtà, oltre che da grandi aziende come Amazon, Google e Microsoft. Quali sono però i vantaggi di Stripe? In questo articolo andremo a vedere come funziona questa piattaforma e perché può essere interessante come sistema di pagamento.

Perché Usare Stripe per il Sito Web?

integrazioni stripe

Grazie a questa soluzione si possono accettare diversi pagamenti (con diverse valute) da clienti internazionali, senza grosse spese. Per accedere ai benefici di Stripe, basta integrare questo servizio nel proprio sito web utilizzando un sistema dedicato API oppure un’app che consente il pagamento. Collegare Stripe ad un sito è davvero molto facile.

Come ti anticipavamo, tutto si basa infatti su un’API unificata che va implementata con una serie di applicazioni e che, una volta funzionante, permetterà di stabilire e impostare le modalità di pagamento che si desidera inserire nel proprio e-commerce. Più valute si abilitano, più sistemi di pagamento di accettano, e più c’è la possibilità di convertire e vendere un prodotto in diversi Paesi. Inoltre, il sistema di pagamento è molto chiaro.

Si pensi che Stripe:

  • crea saldi divisi in base alla valuta.
  • permette l’utilizzo di un conto bancario per ogni valuta con un invio diretto dei fondi ad ogni conto.
  • Permette una conversione nella valuta predefinita (con spese di cambio definite).
  • Invia le ricevute.

Per tutte queste ragioni è adatto ad attività che vendono al dettaglio, online o che hanno un negozio fisico; per le realtà che offrono servizi e prodotti in abbonamento o per tutti i marketplace o quelle piattaforme che vogliono incrementare i guadagni e vendere prodotti e servizi a nuove realtà con valute differenti.

Quanto Costa Stripe?

stripe costi e commissioni

Stripe non ha costi molto elevati per i servi che offre. Questa è certamente una delle ragioni che fa di questa soluzione una tra le più amate al mondo.

Tra i costi fissi di Stripe ci sono:

  • la tariffa per i pagamenti da elaborare. In questo caso è più alta per le carte extra europee.
  • Commissioni del 2% sul tasso di cambio medio di mercato. Un valore che si applica in caso di conversione della valuta.

Per quanto riguarda le tariffe dei pagamenti delle carte i costi sono:

  • 1,4% + 0,25 euro per carte di credito e di debito europee.
  • 2,9% + 0,25 euro per carte non europee. A questa cifra si può aggiungere un 2% per i tassi di conversione se serve la conversione di valuta.
  • 0,03 euro per autenticazione 3D Secure.
  • 0,25 euro per l’aggiornamento di carte scadute o rinnovate.
  • 0,8% + 0,25 euro con limite massimo di 5 euro per addebiti SEPA diretti.

Tutti i costi si possono verificare nella dashboard personale. Nel caso si voglia risparmiare sui costi di conversione della valuta si dovrà abilitare lo shop ad accettare solo pagamenti in Euro. Lo svantaggio di questa scelta, però, è che si possono perdere alcune vendite interessanti, cosa che con il conto Wise, ad esempio, non succede.

Come si Crea un Account Stripe?

logo stripe

Creare un account su Stripe è molto semplice e intuitivo. Basta collegarsi sul sito ufficiale di Stripe, cliccare sul tasto “Inizia ora” ben visibile in homepage e compilare il modulo di registrazione. In questa sezione verrà chiesto di inserire alcuni dati come l’indirizzo email, il nome e la password.

Cliccando sul tasto “Crea il tuo account Stripe” si completerà l’operazione. Ora che l’account è pronto occorre collegarlo al sito o all’e-commerce. Per farlo bisogna scegliere se usare la Stripe API oppure affidarsi ad un’app. Nel primo caso, è bene affidarsi ad un esperto sviluppatore; scegliendo l’app, invece, l’operazione può essere svolta da sé seguendo tutte le indicazioni fornite dall’assistenza.

Una volta scelto il metodo di integrazione e attivato l’account, gli uttenti vedranno Stripe tra i metodi di pagamento da utilizzare per i loro acquisti.

PROVA L’ALTERNATIVA SENZA COMMISSIONIPROVA L’ALTERNATIVA SENZA COMMISSIONI

Relevant news