Bonifici Esteri con Hype | Tempistiche e Costi

Bonifici Esteri con Hype

Hype è una carta prepagata di Banca Sella, che può essere utilizzata dal proprio smartphone tramite un’applicazione dedicata, e che essendo dotata di un IBAN permette di effettuare bonifici, pagamenti contactless, e può essere associata a Google Pay ed Apple Pay.

Tuttavia, con questa carta non è possibile effettuare bonifici all’esterno dell’area SEPA, quindi quando parliamo di bonifici esteri con Hype, ci riferiamo esclusivamente ai pagamenti in euro disposti verso un Paese appartenente all’area SEPA (per la guida completa sui bonifici internazionali clicca qui).

In questo articolo, quindi, ci occuperemo proprio di questo tipo di pagamenti, andando a definirne costi, commissioni, tempistiche e modalità.

SCOPRI IL BONIFICO ESTERO SENZA CANONESCOPRI IL BONIFICO ESTERO SENZA CANONE

Come Effettuare Bonifici Esteri con Hype

Come abbiamo detto, i titolari di una carta prepagata Hype possono effettuare solamente bonifici diretti all’interno dell’area SEPA, e lo stesso vale per i bonifici ricevuti. Per essere più precisi, i Paesi in questione sono:

  • Paesi UE che adottano l’euro come moneta ufficiale: Austria, Belgio, Cipro, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Portogallo, Slovacchia, Slovenia, Spagna.
  • Paesi UE che non adottano l’euro come moneta ufficiale, ma lo accettano per i pagamenti: Bulgaria, Croazia, Danimarca, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Svezia, Ungheria.
  • Paesi non UE che accettano pagamenti in euro: dipendenze della Corona Britannica, Islanda, Liechtenstein, Norvegia,  Principato di Monaco, San Marino, Svizzera.

Per poter effettuare un bonifico in euro tramite Hype, sarà necessario essere in possesso di nome e cognome del beneficiario e del suo codice IBAN, e si dovrà indicare anche la causale del pagamento e, ovviamente, l’importo da trasferire. Sarà quindi possibile utilizzare l’applicazione di Hype per inviare pagamenti in pochi semplici passi, oppure recarsi in una filiale di Banca Sella. Chi possiede un conto Hype Start o Hype Plus, può anche scegliere come alternativa al bonifico il trasferimento di denaro tramite alias, che permette di inviare denaro sull’account Hype di un altro utente.

Inoltre, con quest’ultima modalità è anche possibile inviare denaro ad un utente non ancora iscritto ad Hype, inserendo il suo numero di telefono o il suo indirizzo e-mail. L’utente riceverà quindi una notifica e avrà 10 giorni di tempo per iscriversi ad Hype e vedersi accreditare l’importo del pagamento.

Anche per ricevere un bonifico tramite Hype serviranno le stesse informazioni che abbiamo già elencato per la disposizione di questo tipo di pagamento, ed è anche possibile richiedere un pagamento ad un altro utente Hype, modalità che permette di ricevere immediatamente il denaro al momento dell’accettazione della richiesta.

Costi, Commissioni e Tempistiche dei Bonifici Esteri con Hype

I bonifici esteri con Hype sono previsti, come già detto, solamente all’interno dell’area SEPA, e i bonifici in uscita sono disponibili con la modalità di pagamento shared, ossia dove le eventuali spese di incasso o di banche intermediarie sono a carico del beneficiario del pagamento. L’utente Hype, invece, avrà sempre a disposizione bonifici gratuiti, sia in entrata che in uscita.

Per quanto riguarda invece le tempistiche di accredito, possiamo vedere che se si effettua il pagamento entro le ore 16:00 sarà necessario attendere un giorno lavorativo per l’accredito del pagamento, mentre se si effettua il pagamento oltre questo orario di cut-off, oppure in un giorno festivo o prefestivo, sarà necessario attendere due giorni lavorativi.

I Prelievi all’Estero con Hype

Tra le varie caratteristiche di Hype che la rendono una carta così popolare ed utilizzata, c’è il fatto che non siano previste commissioni su diverse operazioni, tra cui i bonifici in euro di cui abbiamo già parlato, ma anche per quanto riguarda i prelievi dagli sportelli ATM.

Tuttavia, questa carta può avere degli svantaggi in particolare per chi viaggia molto, dato che abbiamo avuto modo di vedere che non siano previsti bonifici in valuta diversa dall’euro e diretti verso Paesi non appartenenti all’area SEPA.

Per quanto riguarda i prelievi, all’estero questi prevedono delle commissioni, e per valute diverse dall’euro viene applicato il tasso di cambio Mastercard, ma con una maggiorazione ben del 3%. Inoltre, per molte valute viene effettuato un doppio cambio di valuta, ossia prima in dollari americani, e poi in euro, aumentando così ancora di più le spese a carico del titolare della carta prepagata Hype.

RISPARMIA SUL TASSO DI CAMBIORISPARMIA SUL TASSO DI CAMBIO

In Conclusione

Dunque, anche se non si pagano delle commissioni vere e proprie per il prelievo in sé, è difficile stimare la spesa relativa ad un prelievo estero, perché dipende dal tasso di cambio utilizzato, dalla sua maggiorazione, e dall’eventuale necessità di un doppio cambio di valuta.

Quindi, possiamo dire che Hype è una soluzione ottima per chi si trova esclusivamente a dover effettuare pagamenti e prelievi in euro all’interno dei Paesi europei aderenti al sistema SEPA, ma per chi viaggia molto al di fuori dell’Europa, o ha rapporti commerciali con altri Paesi e necessita di effettuare pagamenti in valute diverse, Hype non è una strada percorribile, e sarà quindi necessario scegliere altri istituti bancari o conti correnti diversi, come ad esempio i conti multivaluta.

Relevant news