Bonifico SWIFT e Transferimenti con Wise: Quali Differenze?

bonifico SWIFT

Sono ormai tantissime le opzioni poste a disposizione degli utenti per poter inviare denaro in ogni parte del mondo. TransferWise (ora conosciuta solo come Wise) è la piattaforma tramite la quale è stato possibile rivoluzionare il mondo della finanza.

L’obiettivo di Wise è, infatti, quello di far sì che i servizi finanziari siano trasparenti, equi e, soprattutto, costruiti sulla base delle esigenze del consumatore e non, come avviene solitamente, sulla base degli interessi di banche e operatori. I creatori di Wise hanno dato vita ad un nuovo modo per muovere il denaro nel mondo, in modo estremamente semplice e, soprattutto, con costi estremamente bassi.

Dunque, che si sia già qualche volta in passato inviato denaro tramite la propria banca o che si abbia questa necessità da relativamente poco, è il momento di rendersi conto di vivere in un momento in cui le opzioni a propria disposizione, per fare ciò, sono davvero illimitate.

Sarà infatti possibile procedere telefonicamente, di persona, online o, ancora, tramite un’app scaricabile direttamente sul proprio telefono cellulare o peer to per, ovvero tramite scambio tra pari. Tale ultimo metodo è quello che consente a Wise e a operatori a quest’ultimo simili di sfidare il mercato.

Tramite questo metodo sarà, infatti, possibile risparmiare fino a dieci volte di più rispetto alla scelta di utilizzare i soliti servizi bancari. Come funzionano questi ultimi? Fare un bonifico internazionale tramite la propria banca, è certo che quest’ultima procederà all’invio di denaro usufruendo del circuito SWIFT, trasferimenti piuttosto lenti, nonostante il significato letterale della sigla.

SCOPRI DI PIÙSCOPRI DI PIÙ

Come Funzionano i Bonifici SWIFT

trasferimenti swift

Se alcune banche sono più grandi, altre sono più piccole e, se alcune sono più connesse tra loro, altre lo sono meno e lo SWIFT serve esattamente a questo. I trasferimenti fatti tramite SWIFT consentono, infatti, agli istituti bancari di inviare denaro in tutto il mondo utilizzando una banca intermediaria.

Nati intorno al 1973, i trasferimenti SWIFT hanno sicuramente rivoluzionato il mondo dei trasferimenti di denaro a livello internazionale. Ciò, tuttavia, avveniva nel 1973. Da allora le tecnologie si sono evolute e hanno lasciato spazio a nuove metodologie di trasferimento di denaro a livello internazionale, di gran lunga più veloci ed efficienti.

Nonostante ciò, i trasferimenti SWIFT rimangono lo standard in ambito trasferimenti internazionali e implicano costi non indifferenti. La maggior parte degli utenti non è a conoscenza della presenza di queste commissioni.

Oltre alla commissione iniziale, infatti, tra i costi ulteriori, troviamo: una commissione per il trasferimento internazionale in uscita, una commissione fissa richiesta dalle banche intermediarie, un margine applicato al tasso di cambio applicato e, infine, una commissione applicata da parte del destinatario per la ricezione di un trasferimento internazionale.

Sono costi piuttosto consistenti e, molto spesso, non conosciuti da parte di chi effettua il trasferimento. Vediamo, insieme, dettagliatamente in cosa consistono queste commissioni.

Le Commissioni del Circuito SWIFT

La prima commissione da pagare corrisponde alla commissione per trasferimento internazionale in uscita. Quest’ultima corrisponde ad una commissione dichiarata dalla propria banca e solitamente specificata all’interno dell’area dedicata alle commissioni del proprio conto bancario.

L’ammontare di quest’ultima può variare un po’ ma, spesso, corrisponde ad una commissione fissa. La seconda commissione corrisponde alla commissione fissa richiesta dalle banche intermediarie. Quest’ultima può diventare pesante nel momento in cui il cliente non ne sia a conoscenza.

E’ molto probabile che la banca non abbia bisogno di un intermediario per inviare denaro da una nazione all’altra, specialmente nel caso in cui vi fosse una forte presenza internazionale. Ad ogni modo, si tratta di una commissione fissa che, quindi, non dovrebbe variare in base alla somma inviata.

La terza commissione corrisponde al margine sul tasso di cambio applicato. Alle banche non piace pubblicizzare troppo questa commissione e le tabelle relative a tali costi non li chiariscono per nulla. Procedendo all’invio di denaro tramite circuito SWIFT, non sarà la banca a procedere alla conversione del denaro inviato.

Nel momento in cui il trasferimento coinvolgesse solo le due banche, sarà la banca di destinazione a convertire la somma. Nel caso in cui ci fossero banche intermediarie, a farlo sarà una di queste. Indipendentemente dalla banca che provvederà all’invio del denaro, ad essere applicato non sarà sicuramente il tasso medio di mercato.

Quest’ultimo è, infatti, utilizzato dalle banche per scambiare denaro tra di loro. Infine troviamo la commissione applicata dal destinatario per la ricezione di un trasferimento internazionale. Tale costo viene, molto spesso, segnalato. La banca, in questo caso, richiederà una commissione. Il circuito SWIFT non è gratuito per chi vi appartiene, dunque ha senso che una banca richieda a chi lo usa una commissione.

I Benefici dell’Utilizzo di Wise

wise logo

La prima differenza tra Wise ed i trasferimenti bancari internazionali corrisponde al fatto per il quale lo scambio avviene tramite scambio alla pari. Wise possiede conti bancari locali in diverse parti del mondo, denominati in valuta locale. Dunque, non sarà necessario rivolgersi a banche intermediarie per poter inviare denaro da una nazione all’altra.

Non verranno, infatti, richieste commissioni aggiuntive per un trasferimento internazionale da parte della tua banca. Sarà, quindi, possibile inviare a Wise il proprio denaro tramite un trasferimento locale. Questo conto multivaluta connette non soltanto il denaro delle persone, ma anche le persone stesse.

MAGGIORI INFORMAZIONIMAGGIORI INFORMAZIONI

Relevant news