Cosa sono le Materie Prime e quali sono le Tipologie Principali

materie prime estrazione petrolio

Le materie prime sono quei materiali grezzi utilizzati nei processi di lavorazione ( industriali, artigianali, ecc. ) per la produzione di indumenti, strumenti e beni finali. Sono risorse naturali per le quali sono previste licenze di concessione e, da un punto di vista economico, le materie prime rappresentano un input nel processo produttivo.

Dal questo concetto (che sta quindi alla base della produzione), si sviluppa quello di materia secondaria, che è il materiale recuperato dalla precedente lavorazione.
Naturalmente abbiamo diverse definizioni di materiale primo, a seconda del contesto (merceologico, geopolitico e contabile), tipologia di utilizzo e provenienza.

Tipologie di Materie Prime

Come abbiamo visto esistono diversi modi di classificare le diverse tipologie di materie prime, uno dei più comuni le suddivide in:

  • rinnovabili;
  • non rinnovabili;

Questa classificazione è importante perché ci permette di capire da dove provengono e qual è il ciclo di vita della materia prima.

Le rinnovabili, sono di origine animale o vegetale e si possono rigenerare al termine di ogni ciclo di consumo (determinati con precisi parametri per i tassi di sfruttamento).

Tra quelle rinnovabili più comuni troviamo il legno, carne e pellami, i tessuti vegetali, i prodotti agricoli e le fonti di energia rinnovabile (energia solare, energia eolica, energia geotermica, ecc..). Se ci pensi, già dai tempi del baratto, queste risorse rappresentano la base della nostra società.

A differenza delle materie prime rinnovabili, quelle non rinnovabili, non si rigenerano al termine del ciclo di consumo/produzione. Non sono infinite e questo determina la continua diminuzione delle quantità disponibili.

Le materie prime non rinnovabili sono i minerali non metalliferi (ciottoli o pietre, ad esempio, usati per il taglio di pietre come il marmo, o nella produzione di cemento e laterizi), i metalli (come il ferro, l’acciaio, l’argento o l’oro) e le fonti di energia non rinnovabili (gas naturale, carbone e petrolio).

Esiste anche una classificazione che tiene in considerazione le caratteristiche del materiale, o il settore produttivo che ne fa utilizzo nel suo processo industriale. Possiamo trovare materie prime energetiche, materie prime minerarie, materie prime tessili e materie prime agricole.

Alcune Materie Prime Importanti

Una delle più conosciute è sicuramente il petrolio: questo viene estratto dal sottosuolo con speciali trivelle e trasportato, mediante oleodotti, a raffinerie che lo trasformano in benzina o costituisce la base per la produzione di materie plastiche.

Anche il legno, che è il tessuto vegetale delle piante con arbusto, è una materiale molto utilizzato e i quali sviluppi ed impieghi sono documentati dalla preistoria.
Alcuni esempi di materie prime vegetali sono anche il cotone e il lino, mentre la seta e la lana sono di origine animale.

Dall’oro, al rame fino al caffé, il mondo delle materie prime è vasto e molto diversificato.
Nonostante sia uno degli “oggetti” di investimento di cui pensiamo di aver maggiore dimestichezza, come abbiamo visto, si scopre un mondo ben più ampio partendo semplicemente dal mondo di classificarle.

Attraverso la nostra guida alle materie prime, e grazie agli approfondimenti che ti mettiamo a disposizione, puoi scoprire come queste fanno parte della nostra quotidianità, e come sfruttare gli andamenti e le oscillazioni del mercato a favore della tua strategia di investimento.

Relevant news