Aprire un Conto Corrente in Australia | Come Fare?

Aprire un Conto in Australia

L’Australia è una nazione che nel corso degli anni ha attirato a sé moltissime persone interessate ad emigrare dai loro Paesi d’origine, grazie a tutto ciò che ha da offrire, sia dal punto di vista lavorativo che della vita nelle sue grandi città.

Come accade sempre quando si decide di emigrare in un Paese straniero, ci sono moltissime cose da fare prima di partire, e una delle principali è quella di pensare a come aprire un conto corrente in uno degli istituti bancari di quella nazione.

In questo articolo, dunque, andremo a spiegare nel dettaglio come fare per aprire un conto bancario in Australia, elencando tutta la documentazione di cui è necessario essere in possesso, e quali sono le principali banche a cui ci si può rivolgere.

Se invece sei interessato ad un conto multivaluta generico, puoi consulatare la recensione di Wise o quella sul conto deposito in dollari di Freedom24.

Come Aprire un Conto Corrente in Australia?

Per aprire un conto corrente in Australia, è necessario considerare il particolare funzionamento della burocrazia del Paese, che funziona con un sistema a punti, per cui ad ogni documento in possesso della persona viene assegnato un determinato numero di punti. Detto ciò, per aprire un conto corrente è necessario avere una serie di documenti che in totale hanno un numero di punti pari a 100, e fra i documenti che rientrano in questo elenco troviamo:

  • Certificato di nascita, passaporto o certificato di cittadinanza: 70 punti
  • Patente, social security card o tessera identificativa: 40 punti
  • Documenti relativi ad un mutuo: 35 punti
  • Qualsiasi tessera con il proprio nome: 25 punti
  • Qualsiasi documento con il proprio nome ed indirizzo: 25 punti

Vediamo quindi che arrivare a 100 punti è piuttosto facile, e oltre a questo un ulteriore vantaggio è che molte banche australiane permettono di iniziare la procedura di apertura del conto già online, per poi perfezionarla una volta che si arriva nel Paese recandosi in una filiale dell’istituto bancario scelto.

Dunque, sarà possibile indicare online i propri dati personali, il codice fiscale, l’indirizzo di residenza nel Paese d’origine, i propri recapiti, il tipo di visto con cui ci si trasferisce in Australia, la data di arrivo e l’indirizzo dove si andrà a risiedere. Nel momento in cui si arriverà in Australia, basterà recarsi in una filiale e fornire il proprio passaporto per attivare il conto.

Quali Sono le Principali Banche Australiane?

Detto questo, bisogna considerare quale istituto bancario scegliere, e va detto che le più grandi e conosciute offrono condizioni e servizi molto simili, ma nelle prossime righe andremo comunque a fare una panoramica dei principali istituti bancari in Australia.

La principale banca del Paese è la National Australia Bank (NAB), che possiede oltre 900 filiali in tutto il Paese e offre un conto personale gratuito ed una carta di debito Visa, che può essere aperto da tutti coloro che hanno più di 16 anni e risiedono in modo permanente in Australia.

La Commonwealth Bank è una scelta molto vantaggiosa per chi non ha in programma di risiedere in Australia in modo permanente, poiché uno dei suoi servizi principali è il conto Smart Access con una carta di debito Mastercard, dedicato a chi soggiorna nel Paese per studio o per lavoro, chiaramente se in possesso dei regolari visti per queste attività. È possibile aprire questo conto anche online, per poi perfezionarlo ed attivarlo in filiale, e per il primo anno è gratuito.

Un’altra banca molto popolare è l’Australia and New Zealand Banking Group (ANZ), che offre la possibilità di aprire un conto corrente online a cui è collegata una carta di debito Visa.

Anche questo conto è gratuito per il primo anno, e poi ha un canone di 5 AUD al mese (dollari australiani), da cui sono esentati i clienti con meno di 25 anni, gli studenti a tempo pieno e chi deposita almeno 2000 AUD al mese. Inoltre, questo istituto offre anche diverse soluzioni per chi vuole aprire un’attività in Australia, che comprendono anche un ottimo servizio di assistenza ai nuovi imprenditori.

Costi e Commissioni dei Conti Bancari Australiani

Un elemento da considerare quando si apre un conto corrente in Australia, è necessario tenere a mente anche i vari costi e commissioni in cui è possibile incorrere. Una delle cose principali da considerare riguarda i trasferimenti di denaro all’estero, per i quali è possibile incorrere in commissioni piuttosto alte, oltre che in maggiorazioni del tasso di cambio, a cui è necessario fare attenzione.

Un altro costo a cui si può andare incontro sono le spese fisse per la gestione del conto, che però molte banche annullano per chi deposita almeno 2000 AUD al mese, un importo che in generale è inferiore rispetto allo stipendio medio del Paese.

Bisogna anche fare attenzione al numero di transazioni mensili gratuite disponibili, che una volta superato può prevedere dei costi aggiuntivi non solo per i prelievi agli sportelli ATM, ma anche per tutte le transazioni effettuate con la carta prepagata collegata al conto. In generale, i prelievi bancomat sono gratuiti solamente presso gli sportelli della propria banca, ma se si preleva ad uno sportello di una banca diversa, si avrà un costo che si aggira attorno ai 2 AUD.

Quindi, le scelte per aprire un conto corrente in Australia sono diverse, ma è sempre necessario leggere attentamente i termini e le condizioni del servizio scelto per non incorrere in brutte sorprese.

COME ABBATTERE LE COMMISSIONI?COME ABBATTERE LE COMMISSIONI?

Relevant news