Aprire un Conto Corrente in Irlanda | Come Fare?

Aprire un Conto in Irlanda

L’Irlanda è un Paese che attira moltissimi turisti, grazie alle sue città piene di cultura e divertimento e ai suoi paesaggi naturali mozzafiato, tanto che molte persone decidono di trasferirsi in pianta stabile in questo Paese.

Quando ci si trasferisce all’estero, una delle prime cose a cui pensare è l’apertura di un conto corrente bancario, e fortunatamente quest’operazione in Irlanda è piuttosto facile, togliendo una grossa preoccupazione a tutti coloro che stanno per partire.

In questo articolo, quindi, andremo a vedere come fare per aprire un conto corrente in Irlanda, e quali sono le principali banche a cui è possibile rivolgersi.

Se invece sei interessato ad un conto multivaluta generico, puoi consulatare la recensione di Wise o quella sul conto deposito in dollari di Freedom24.

Come Aprire un Conto Corrente in Irlanda?

Innanzitutto, andiamo a vedere quali sono i documenti necessari per aprire un conto corrente in Irlanda. Il principale è, ovviamente, un documento d’identità, e per i cittadini UE sono validi passaporto, patente di guida e carta d’identità. Inoltre, sarà necessario fornire anche della documentazione che provi l’indirizzo di residenza, come ad esempio

  • Una bolletta non più vecchia di sei mesi
  • Un estratto conto bancario non più vecchio di sei mesi
  • Una lettera di un organo o di una qualsiasi autorità governativa.

Tuttavia, per chi è appena arrivato può essere difficile avere questo genere di documenti, ma fortunatamente le principali banche irlandesi permettono di aprire un conto corrente anche da non residenti, e dunque sarà necessario fornire la documentazione che abbiamo elencato relativa al proprio Paese di provenienza, anche se è possibile che alcuni istituti bancari oltre a questo chiedano anche una prova dell’affidabilità creditizia del richiedente nel Paese d’origine.

Per quanto riguarda l’apertura di un conto corrente irlandese a distanza, sono poche le banche che permettono di farlo, ma è comunque possibile iniziare la procedura compilando un modulo online e completarla recandosi in filiale una volta che si arriva in Irlanda, e andranno fornite le copie dei documenti richiesti ma certificate, ovvero firmate e timbrate da un avvocato, un commercialista o un notaio accreditati.

Quali Sono le Principali Banche Irlandesi?

Le banche irlandesi sono diverse, e sono tutte standardizzate per quanto riguarda i servizi offerti ai clienti. In questo paragrafo, tuttavia, andremo a vedere quali sono le principali, e quali servizi offrono ai consumatori.

La più grande e antica è la Bank of Ireland, che possiede una grande rete di filiali e sportelli ATM in tutto il territorio, e permette anche di effettuare la domanda per un conto corrente online.

Tra i vari servizi, segnaliamo il conto per studenti e quello aziendale: per aprire un conto per studenti sarà necessario dimostrare di essere uno studente universitario a tempo pieno, e in questo servizio è compresa una carta di debito Visa contactless, e molte delle operazioni che prevederebbero una commissione saranno invece gratuite. Il conto aziendale offre una carta di debito Visa, un piano per lo scoperto e l’assistenza di un consulente aziendale, molto utile per chi vuole avviare un’attività in Irlanda.

Allied Irish Bank offre un conto gratuito per chi ha un saldo che non scende sotto i 2500€, che prevede anche di avere una carta di debito Visa con cui partecipare ad un programma di cashback in alcuni rivenditori selezionati. Anche presso questa banca si può aprire un conto per studenti a tempo pieno, con cui avere accesso a molti vantaggi, ed è anche presente un pacchetto business startup per chi vuole avviare un’attività, che comprende un conto corrente, un prestito e diversi strumenti online.

Ulster Bank offre invece conti correnti molto vantaggiosi, che sono gratuiti per chi ha un saldo superiore a 3000€ o ha più di 59 anni. Anche questo istituto offre un conto gratuito per studenti e un conto business per chi gestisce un’attività in Irlanda.

I Costi dei Conti Correnti Irlandesi

La maggior parte dei conti correnti offerti dalle principali banche irlandesi comporta dei costi di mantenimento, anche se spesso questa spesa non è dovuta se si mantiene sempre un saldo superiore ad una certa cifra. Va anche segnalato che le varie carte di debito offerte sono sottoposte ad un’imposta di bollo governativa, che ammonta a 2,50€ annui, e che spesso viene pagata direttamente dalla banca per le carte prepagate associate ai conti per gli studenti.

È poi possibile che le banche applichino anche commissioni per le transazioni bancomat, per le transazioni tramite carta di debito e, talvolta, anche per quelle effettuate in filiale, dunque è bene leggere con attenzione i termini e le condizioni del servizio di cui si vuole usufruire.

Come spesso accade, anche i bonifici internazionali sono soggetti a commissioni, e bisogna fare molta attenzione al tasso di cambio, che potrebbe essere sfavorevole. Tuttavia, per i cittadini di un Paese dell’Unione Europea, questo non dovrebbe essere un problema, poiché la valuta corrente in Irlanda è l’euro, quindi non andrà applicato nessun tasso di cambio in caso di operazioni interne all’Europa.

COME ABBATTERE LE COMMISSIONI?COME ABBATTERE LE COMMISSIONI?

Relevant news