Costi e Commissioni Western Union | Panoramica Completa

Tariffe di Western Union

Western Union è una delle piattaforme più utilizzate a livello globale per l’invio e la ricezione di denaro, poiché è disponibile in più di 200 Paesi del mondo.

In questo articolo ci concentreremo in particolare sui costi delle varie operazioni disponibili e sulle commissioni applicate, considerando però che online non è possibile reperire delle informazioni dettagliate a riguardo, e bisogna sempre affidarsi al calcolatore online presente sulla piattaforma.

RISPARMIA SU WESTERN UNIONRISPARMIA SU WESTERN UNION

Le Tariffe di Western Union

Pur non offrendo un riepilogo dettagliato sui costi e sulle commissioni applicate, dai termini e condizioni di Western Union è comunque possibile ricavare alcune informazioni a riguardo, ossia che i costi addebitati al mittente del pagamento sono sempre mostrate prima dell’invio della transazione, che in alcuni casi possono essere applicate anche delle tasse locali o delle commissioni da terze parti, e che la conversione di valuta viene effettuata al tasso di cambio corrente di Western Union, che generalmente contiene uno spread.

Da un punto di vista pratico, questo significa che per quantificare con esattezza le spese a cui si andrà incontro per il pagamento bisognerà utilizzare l’apposito calcolatore messo a disposizione da Western Union, ma anche in questo caso non sarà possibile sapere in anticipo quale sarà il tasso di cambio applicato, e dunque quanto denaro sarà disponibile per il ritiro da parte del destinatario.

Infatti, più alta è la maggiorazione applicata al tasso di cambio di mercato da parte di Western Union, meno denaro il destinatario riceverà nella valuta del suo Paese, e questo è uno dei modi che permette a western Union di guadagnare.

Il Calcolatore di Tariffe di Western Union

Come abbiamo appena spiegato, l’unico modo per essere a conoscenza delle tariffe applicate al singolo trasferimento di denaro effettuato con Western Union è quello di utilizzare il suo calcolatore, che tiene in considerazione diversi elementi, che andremo ad elencare nelle prossime righe.

Ad esempio, vengono applicati dei costi diversi a seconda del metodo con il quale il destinatario riceverà il denaro. Con Western Union è possibile non solo ritirare la somma in contanti presso un’agenzia, ma anche accreditare direttamente la somma su un conto bancario, e in alcuni Paesi anche utilizzare un portafoglio elettronico.

Inoltre, le commissioni variano anche a seconda del metodo con cui il denaro viene inviato: anche in questo caso, è possibile pagare la somma in contanti presso un’agenzia affiliata, effettuare un bonifico bancario, oppure ancora utilizzare carte di credito o di debito. In generale, il calcolatore prende in considerazione le operazioni effettuate online, tramite il sito web o l’app di Western Union, ma se si decide di effettuare l’operazione in agenzia, generalmente le spese diventano più alte.

Inoltre, bisogna anche considerare che per i pagamenti effettuati con le carte di credito o di debito, l’emittente stesso della carta potrebbe addebitare delle commissioni ulteriori per la transazione, ad esempio a titolo di interessi o come commissione per l’anticipo contanti.

In linea generale, può sembrare che le commissioni applicate da Western Union siano piuttosto basse, specialmente se si effettuano le operazioni online, ma bisogna tenere conto che a questo corrisponde anche un lato negativo, ovvero la maggiorazione del tasso di cambio applicato quanto si effettuano transazioni in valute diverse. Come abbiamo già detto, questo è uno dei modi in cui Western Union trae profitto, e va a riflettersi in modo pratico sulla quantità di denaro ricevuta dal destinatario.

Alcuni Esempi Pratici

Per comprendere meglio come le commissioni applicate ai vari trasferimenti effettuati con Western Union influenzino l’importo disponibile alla fine per il destinatario, andremo a fare alcuni esempi pratici. Il primo di essi è il trasferimento di 1000€ verso gli Stati Uniti, quindi con la necessità di effettuare un cambio di valuta verso il dollaro statunitense.

In questo caso, la transazione non prevede commissioni se si accredita la somma su un conto bancario, mentre per il ritiro in contanti è prevista una commissione di 29,90€. Quindi, il mittente pagherà 1000€ più le eventuali commissioni, ed è a questo punto che entra in gioco il tasso di cambio maggiorato applicato da Western Union, che farà sì che il destinatario riceva 1126,70$ sul conto bancario, oppure possa ritirare 1077,57$ in contanti.

Il secondo esempio che porteremo riguarda invece il trasferimento di 1000 dollari australiani (AUD) in Italia, e che quindi dovranno essere convertiti in euro. In questo caso, le commissioni che il mittente dovrà pagare sono di 10 AUD per il trasferimento verso un conto corrente, e di 9 AUD per il ritiro in contanti.

Anche in questo caso, il mittente pagherà 1000 AUD a cui si aggiungono le commissioni previste per la modalità di ritiro del denaro, ma il tasso di cambio sarà particolarmente sfavorevole per il destinatario che riceverà la somma in euro, poiché gli verranno accreditati solamente 591,91€ sul conto corrente, e potrà ritirare 615,74€ in contanti.

AZZERA LE COMMISSIONIAZZERA LE COMMISSIONI

Relevant news