Bitcoin: Cosa Sono?

bitcoin

Avrai sicuramente sentito parlare dei Bitcoin, la prima e più famosa criptovaluta digitale.

Diventato famoso a causa di un aumento del valore mozzafiato – rompendo la soglia di $ 1.000 per la prima volta a gennaio 2017 – ha perso circa il 50% del suo valore durante la prima parte del 2019.

Ma la storia del Bitcoin è molto più che una semplice oscillazione di prezzi. Incorpora tecnologia, valuta, matematica, economia e dinamiche sociali. È poliedrico, altamente tecnico e in continua evoluzione.

Con questa guida ai Bitcoin cerchiamo di chiarire alcuni dei concetti fondamentali, fornendo risposte ad alcune domande che molte persone si fanno su questa criptovaluta.

Bitcoin: Storia

Bitcoin nasce nel 2009 da una persona (o gruppo di persone, a seconda delle versioni) di nome Satoshi Nakamoto. Il suo obiettivo dichiarato era quello di creare “un nuovo sistema di cassa elettronico” che fosse “completamente decentralizzato senza server o autorità centrale”.

Dopo aver coltivato il concetto e la tecnologia, nel 2011, Nakamoto ha consegnato il codice sorgente e i domini ad altri nella comunità dei bitcoin, e successivamente è svanito.

Cosa Sono i Bitcoin?

In poche parole sono una valuta digitale, una criptovaluta. Niente carta da stampare o monete da coniare. È decentralizzato – non c’è governo, istituzione (come una banca) o altra autorità che li controlla.

I proprietari una volta potevano essere anonimi ma ora, anche per via di molte truffe online, risulta normale comprare bitcoin attraverso piattaforme regolarizzate e legali.

Una soluzione rapida e sicura è rappresentata dai broker di trading online. Naturalmente solo le migliori piattaforme, in possesso di licenza CONSOB, consentono di ottenere un profitto dalla criptovaluta, proteggendo i capitali ed offrendo spread competitivi.

Tramite chiavi di crittografia, il Bitcoin viene inviato da un portafoglio (wallet) all’altro: non è emesso o creato come avviene per le valute tradizionali; piuttosto, il bitcoin viene “estratto” da potenti computer collegati a Internet.

Bitcoin: Minare la Criptovaluta

Una persona (o gruppo o azienda) estrae bitcoin facendo compiere ad un computer una serie di calcoli matematici avanzati che genera una stringa di codice. Ecco come funziona.

Quando qualcuno invia un bitcoin a qualcun altro, la rete registra quella transazione, e tutte le altre effettuate in un determinato periodo di tempo, detto “blocco”. I computer, attraverso software speciali, i “minatori”, iscrivono queste transazioni in un gigantesco libro mastro digitale.

Questi blocchi sono conosciuti collettivamente come “blockchain“, un registro infinito ed accessibile per visionare tutte le transazioni mai effettuate (registrate con la stringa di codice relativa al wallet o piattaforma utilizzata).

Grazie a software specializzati e hardware sempre più potenti (e ad alto consumo energetico), i minatori convertono questi blocchi in sequenze di codice, noti come “hash“.

Produrre un hash richiede una grande quantità’ di energia ed una serie di computer molto potenti in grado di gestire i minatori che competono tra loro.

È come se migliaia di chef corressero febbrilmente per preparare un nuovo piatto estremamente complicato, e solo il primo a servire una versione perfetta finisse per essere pagato.

Quando viene generato un nuovo hash, viene posizionato alla fine della blockchain, che viene quindi aggiornata e diffusa pubblicamente.

Essendo difficile da minare, il minatore attualmente riceve 12,5 btc (attualmente 1 Btc vale circa 6500 euro), la quantità di bitcoin assegnati diminuisce nel tempo.

Come si determina il valore di un Bitcoin?

In definitiva, il valore di un bitcoin è determinato da ciò che la gente pagherà per questo. In questo modo, c’è una somiglianza con il prezzo dei titoli azionari.

Il protocollo stabilito da Satoshi Nakamoto impone che solo 21 milioni di bitcoin possano essere estratti, quindi c’è un approvvigionamento limitato, come con l’oro e altri metalli preziosi, ma nessun vero valore intrinseco. (Esistono numerose teorie matematiche ed economiche sul perché Nakamoto abbia scelto proprio 21 milioni.)

Questo rende il bitcoin diverso dalle azioni, che di solito hanno qualche relazione con i guadagni effettivi o potenziali di un’azienda.

Senza un governo o un’autorità centrale al timone, che controlla l’offerta, il “valore” è totalmente aperto all’interpretazione.

Questo processo di “scoperta del prezzo“, il principale fattore di volatilità del prezzo del bitcoin, invita anche alla speculazione e a manipolazione (da cui derivano le bolle di prezzo).

Andamento del Bitcoin

E’ molto importante rimanere aggiornati sull’andamento del Bitcoin, utilizzando le moltissime risorse gratuite presenti in rete (come ad esempio il nostro portale Top Trading) o quei broker regolamentati che utilizzano software all’avanguardia.

Richiedi QUI il conto gratuito BDSwiss per imparare a controllare le oscillazioni e favorire i profitti della tua strategia.

Come Comprare Bitcoin?

Chi è disposto ad assumere il rischio associato al possesso di bitcoin, ha la possibilà di usare numerosi exchange (scambi di valute digitali) come Coinbase per acquistare, vendere e conservare bitcoin.

Uno dei sistemi più rapidi per comprare bitcoin, con un metodo sicuro e regolamentato, è quello di affidarsi ad un broker con licenza CONSOB che permette, senza commissioni, di fare trading sia sui bitcoin che su altre criptovalute.

Bitcoin: Utilizzo e Rischi

E’ possibile usare bitcoin per acquistare moltissimi oggetti sia online che, grazie ai portafogli elettronici, in negozi fisici che mostrano il simbolo della criptovaluta all’ingresso o alla cassa.

Non ci sono commissioni di transazione intrinseche, sebbene gli exchange come Coinbase ne addebitano su acquisto e vendita, a differenza dei broker che non ne presentano.

I Bitcoin sono legali?

, per ora, purché – come qualsiasi valuta – non si facciano cose illegali con esso. Ad esempio, il bitcoin era l’unica “moneta” accettata su Silk Road, il mercato Dark Web per droghe e altri beni e servizi illeciti, chiuso dall’FBI nel 2013.

Da allora, ha ampiamente eluso la regolamentazione e l’applicazione delle leggi europee, anche se ora è sottoposta a un maggiore controllo in quanto attira più attenzione e sono molte le persone che vogliono comprare bitcoin.

Sebbene sia legale acquistare e vendere BTC, i minatori e gli exchange occupano un’area grigia che potrebbe essere vulnerabile alle future normative e azioni di contrasto.

Quali sono i Rischi?

A parte i rischi legali e normativi, sia come investimento sia come valuta, il bitcoin resta molto rischioso, soprattutto se non si prestano alcune attenzioni.

Quando una persona si sveglia la mattina, sa esattamente quanto può comprare un euro rispetto al dollaro, ad esempio. Il valore finanziario di un bitcoin, invece, è altamente volatile e può oscillare ampiamente di giorno in giorno e persino di ora in ora.

Nonostante la volatilità’ della criptovaluta, è possibile tenere sotto controllo andamento ed oscillazione grazie ai numerosi software di analisi del mercato messi a disposizione, gratuitamente, dai broker regolamentati.

Bitcoin: Sviluppo della Criptovaluta

Poiché il bitcoin è così nuovo e decentralizzato, restano molte incognite per il futuro. Anche le regole tecniche per l’estrazione mineraria sono in continua evoluzione e, diventando sempre più’ difficile da creare, il suo valore potrebbe presumibilmente aumentare.

L‘IRS vede questa cripto come proprietà, non come valuta. Ci sono quindi alcune implicazioni fiscali e, recentemente, un giudice federale ha dichiarato che Coinbase, famoso exchange, deve consegnare i record completi su ogni transazione superiore a $ 20.000.

Resta, allora, la domanda fondamentale se fidarsi o meno di un exchange e quale in particolare. Anche Coinbase, il più affermato di tutti, ha faticato a tenere il passo con la domanda e, afflitto da continui attacchi al sito, problemi di ridimensionamento e reclami al servizio clienti, non ha saputo rappresentare una buona alternativa.

Bitcoin Trading

Utilizzare un broker di trading, invece, permette a chiunque di comprare bitcoin in maniera legale, senza incappare in multe o in siti che alla fine truffano per rubare soldi. Senza dimenticare le commissioni.

Il tasso di cambio del Bitcoin, infatti, è in continuo mutamento ma nessun exchange garantisce il valore effettivo quotidiano e, in alcuni casi, le commissioni possono raggiungere il 30% sull’importo.

Fare trading sulle criptovalute, invece, non comporta commissioni ed il valore scambiato rappresenta il valore corrente. Alcuni dei migliori broker, come il caso di BDSwiss, mettono a disposizione strumenti all’avanguardia sia per comprare Bitcoin che pee rimanere aggiornati.

Cos’è Bitcoin Cash?

Nell’agosto 2017, diversi utenti all’interno della comunità di mining hanno avuto un disaccordo sulle regole che governano il processo di mining e, in particolare, su ciò che costituisce la dimensione appropriata (in megabyte) di un blocco.

Incapace di formare un consenso, da una fork nella blockchain, gli originali bitcoin hanno cominciato ad andare in una direzione mentre il gruppo che favoriva blocchi più grandi ne prendeva un’altra, per avviare appunto Bitcoin Cash.

Pur condividendo comune discendenza digitale, ora ognuno ha la sua blockchain individuale con protocolli leggermente diversi. (Nello specifico, i minatori di bitcoin si attaccano con blocchi da 1 MB, Bitcoin Cash utilizza blocchi da 8 MB.)

Che cos’è una fork?

Una fork è l’evoluzione del codice originale, che ha permesso la nascita del Bitcoin e, successivamente, ha permesso la creazione di una nuova valuta proprio mediante lo sviluppo dello stesso codice (ad esempio Bitcoin Cash).

Esistono altre Criptovalute?

Sì. Più di mille, e ne nascono ogni giorno di nuove. Oltre al bitcoin, che è il vero progenitore di tutti, altre valute alternative note includono Ethereum, Ripple e Litecoin.

Attraverso l’utilizzo di piattaforme di trading legali, come ad esempio BDSwiss, è possibile acquistare numerose criptovalute e fare trading in maniera avanzata con il software di analisi MetaTrader 4.

Scopri QUI come comprare Bitcoin su BDSwiss!

Conclusione

Come abbiamo visto, questa criptovaluta digitale rappresenta una buona opportunità di profitto, a patto di seguire alcuni accorgimenti fondamentali.

Il Bitcoin presenta un’alta volatilità e, non essendo regolamentato da unun ente centrale, un potenziale rischio per gli investitori.

Grazie alle migliori piattaforme di trading, tra cui spicca BDSwiss, è possibile fare trading su tantissime criptovalute, riducendo il rischio, con la certezza di affidarsi a professionisti del settore e non qualche sprovveduto da un garage.

BDSwiss Holding PLC è un Broker di Trading Online fondato nel 2012. Grazie ad una Piattaforma Veloce ed Intuitiva, BDSwiss consente la Negoziazione di CFD su moltissime valute Forex, Azioni, Materie Prime, Indici e Criptovalute.

Termini & Condizioni
BDSwiss Markets Ltd è un fornitore di servizi finanziari online autorizzato e regolamentato dalla FSC Mauritius. BDSwiss Holding PLC opera con licenza CySEC n. 199/13, BDSwiss Holding PLC ha sede a Limassol, Cipro ed ha un agente vincolato in Germania. Indirizzo tedesco di corrispondenza: Mainzer Landstrasse 41, 60329-Frankfurt, Germany. Indirizzo registrato: Ioanni Stylianou 6, secondo piano, Ufficio 202, 2003 Nicosia, Cyprus.

 

Relevant news