Come fare Trading sul Petrolio: Strategie ed Esempi

trading petrolio

Il petrolio (chiamato anche greggio) è una tra le materie prime più liquide al mondo, il che significa alti volumi e opportunità in continuo movimento per tutte quelle persone interessate al trading di petrolio.

Per chi fa trading online, la cosa principale è capire in che modo domanda e offerta vanno ad influenzare il prezzo del petrolio.

Sia l’analisi tecnica che quella fondamentale, inoltre, possono essere molto utili in quanto consentono ai trader di guadagnare un vantaggio sul mercato del greggio.

Ogni operazioni di trading sul petrolio deve seguire una strategia chiara e precisa, con obiettivi definiti a monte, in modo da avere maggiori possibilità di profitto sfruttando una materia prima tra le più famose.

Trading Petrolio: Perché Farlo?

Il petrolio è la principale fonte di energia dell’economia mondiale, rendendolo un prodotto molto popolare per il commercio. È un combustibile fossile naturale che può essere raffinato in vari prodotti come benzina (benzina), diesel, lubrificanti, cera e altri prodotti petrolchimici.

È molto richiesto, scambiato in volume ed estremamente liquido. Il trading di petrolio comporta pertanto spread ristretti, schemi grafici chiari ed elevata volatilità.

Il greggio Brent è il punto di riferimento mondiale per il petrolio con quasi due terzi dei contratti petroliferi scambiati con il petrolio Brent.

Il WTI è, invece, l’olio di riferimento americano, un petrolio leggermente più dolce e leggero rispetto al Brent.

Cosa Influenza i Movimenti dei Prezzi del Petrolio?

Quando si fa trading sul petrolio, i due principali punti da tenere in considerazione sono la domanda e l’offerta.

Sia che derivi da un rapporto economico, come un evento di cronaca o un comunicato stampa o tensioni in Medio Oriente, i due fattori che saranno presi in considerazione sono proprio il modo in cui la domanda e l’offerta vanno ad influenzare i prezzi.

Fattori di approvvigionamento

Le interruzioni o la manutenzione nelle raffinerie chiave di tutto il mondo, che si tratti del gasdotto degli anni Quaranta nel Mare del Nord o della raffineria Eni in Nigeria, devono essere monitorate a causa dell’effetto che può avere sulla fornitura di petrolio.

Le guerre in Medio Oriente, inoltre, incidono drasticamente sull’offerta portando a preoccupazioni sull’offerta. Ad esempio, quando la guerra civile libica iniziò nel 2011, i prezzi videro un aumento del 25% nell’arco di un paio di mesi.

I tagli o le estensioni della produzione dell’OPEC (Organizzazione dei Paesi esportatori di petrolio) determinano le variazioni di prezzo del petrolio.

Ad esempio, nel 2018, quando l’organizzazione annunciò la propria decisione di ridurre l’offerta mondiale del 2,9%, il prezzo del petrolio passò da $ 44 / bbl a $ 80 / bbl (prezzo al barile);

Allo stesso modo, con la comprensione dell’importanza dell’OPEC, vale anche la pena sapere chi sono i principali fornitori mondiali di greggio, cercando di monitorare i migliori per la nostra strategia di trading sul petrolio.

Fattori di domanda

  • Stagionalità: le estati calde possono comportare un aumento dell’attività e un consumo di petrolio più elevato. Gli inverni freddi, al rovescio, inducono le persone a consumare più prodotti petroliferi per riscaldare le loro case;
  • Consumatori di petrolio: i maggiori consumatori di petrolio sono paesi che, in genere, presentano un alto livello di sviluppo, come appunto l’Italia, i paesi europei e gli Stati Uniti. Tuttavia, negli ultimi tempi, c’è stato un aumento esponenziale del consumo di petrolio nei paesi asiatici, soprattutto Cina e Giappone. Pertanto, è importante che chi fa trading sul petrolio presti attenzione al livello della domanda proveniente da queste nazioni, insieme alle loro prestazioni economiche. Qualsiasi rallentamento potrebbe influire sui prezzi e la domanda potrebbe calare.

Richiedi Gratis il tuo conto di trading sul Petrolio

Trading Petrolio: Consigli e Strategie

I trader di petrolio esperti, generalmente, seguono una strategia ben precisa per massimizzare i profitti.

Prima di tutto vanno compresi i fattori fondamentali che influenzano il prezzo del petrolio e, usando una strategia di trading definita, ricercare quelli piu’ adatti al nostro modo di operare.

Ogni strategia di trading è diversa, la gestione del rischio è una componente importante per un trading coerente, come anche l’uso efficace della leva finanziaria per evitare i principali errori di trading.

Una strategia efficace per fare trading sul petrolio dovrebbe sempre prendere in considerazioni questi tre fattori:

  1. Analisi fondamentale
  2. Analisi tecnica
  3. Gestione del rischio

Una volta che un trader comprende i fattori fondamentali della domanda e dell’offerta che influenzano il prezzo del petrolio, può cercare gli ingressi sul mercato usando l’analisi tecnica.

Quindi, quando un segnale di acquisto o vendita è stato identificato mediante analisi tecniche, il trader può implementare quelle di gestione del rischio adeguate.

Facciamo un esempio

“A novembre, OPEC e Russia hanno concordato di estendere il taglio alla produzione di petrolio, che ha portato a una riduzione dell’offerta”

Questo modo di ragionare l’analisi fondamentale, è come un trader dovrebbe comportarsi per integrare nella propria strategia i segnali di acquisto sul mercato.

Il prossimo passo sarebbe quello di analizzare i grafici di andamento usando l’analisi tecnica.

Esistono vari indicatori tecnici e modelli di prezzo che un operatore può utilizzare per cercare segnali per entrare nel mercato. Non è necessario utilizzare molti indicatori tecnici, individuare uno con cui ci si sente confidenti è più che sufficiente.

L’indice di resistenza relativa (RSI) è il principale indicatore tecnico utilizzato per cercare un segnale di acquisto. Quando l’RSI ritorna dall’area di ipervenduto, segnala agli operatori di acquistare.

Dato che questa analisi tecnica è in linea con la nostra analisi fondamentale, un trader potrebbe eseguire l’operazione  e stabilire ragionevoli stop-loss e take-profit: per gestire il rischio, va pensato un take-profit al di sopra del massimo recente uno stop-loss al minimo recente.

Questo esempio rappresenta un classico rapporto rischio / rendimento positivo.

Rischio Trading Petrolio

Abbiamo effettuato ricerche su milioni di operazioni in tempo reale in una varietà di mercati, scoprendo che, un rapporto rischio / rendimento positivo, è l’elemento cardine per fare trading di petrolio in maniera intelligente.

Come staff di Top Trading, inoltre, raccomandiamo di rischiare meno del 10% del capitale totale su tutti gli scambi aperti, quando si fa trading sul petrolio, ricordandosi di non investire mai soldi che non ci si può permettere di perdere!

Inoltre, seguendo le previsioni trimestrali sul petrolio (numerosi broker di trading online consentono di monitorare gli andamenti in tempo reale) sara’ piu semplice adottare strategie profittevoli.

trading petrolio nel mondo

Suggerimenti avanzati

I trader esperti, osservano la curva dei futures per prevedere la domanda futura, il posizionamento speculativo di CFTC per comprendere l’attuale dinamica del mercato e le opzioni per trarre vantaggio dalle mosse di elevata volatilità previste o per coprire le posizioni correnti.

Pertanto, quando gli investitori analizzano la curva (importante per le coperture delle materie prime e gli speculatori), cercano di analizzare due metriche ben distinte:

  1. Contango: il mercato si definisce in contango quando il prezzo di un contratto, derivato nel futuro, è inferiore al prezzo attuale. Gli investitori sono disposti a pagare di più per una merce, ad un certo punto in futuro, rispetto al prezzo effettivo previsto. Questo in genere segnala una struttura ribassista.
  2. Backwardation: si tratta di una situazione in cui il prezzo attuale è superiore al prezzo futuro per una merce. Questo in genere segnala un andamento rialzista.

CFTC / Posizionamento speculativo:

Il rapporto sulle future commissioni commerciali (CFTC) delle materie prime è molto importante per tutti quei trader che decidono di fare trading sul petrolio.

Fornisce ai trader informazioni relative alle dinamiche del mercato e pertanto può essere un buon modo per farsi un’idea dell’andamento dei prezzi del petrolio.

I movimenti nelle posizioni nette monetarie gestite dalla CFTC, in genere, precedono lo spostamento dei prezzi del petrolio.

Investimenti petroliferi

Invece di negoziare il singolo mercato, un trader può investire sul greggio attraverso azioni di compagnie petrolifere o attraverso fondi negoziati in borsa basati sull’energia (ETF).

Il prezzo delle compagnie petrolifere e degli ETF è fortemente influenzato dal prezzo del petrolio, che a volte può offrire un profitto maggiore.

Principali ETF sul petrolio / energia:

  • Energy Select Sector SPDR (XLE)
  • Vanguard Energy ETF (VDE)
  • United States Energy Fund (USO)

Trading Petrolio: Fattori Chiave

Sicuramente seguire gli aggiornamenti settimanali sulla quantità di scorte di greggio in Italia, Europa e Stati Uniti è il primo passo per fare trading sul petrolio in maniera efficace.

Molto spesso, questi dati e andamenti, portano ad un aumento della volatilità mentre proprio i dati di inventario sono un barometro importante per valutare la domanda di petrolio.

Ad esempio, se gli inventari settimanali sono in aumento, ciò suggerisce che la domanda di petrolio sta diminuendo, mentre un calo degli inventari suggerisce che la domanda di petrolio sta superando l’offerta.

Trading Petrolio: Social Network

Nel corso degli anni, i social media sono diventate piattaforme sempre più utili per condividere idee, trasmettere informazioni e ricevere notizie in tempo reale.

Questo è il caso dei trader di petrolio che usano l’hasthag #OOTT, che sta per Organizzazione dei commercianti di petrolio su Twitter.

Con questo sistema, commercianti e leader del settore forniscono le ultime notizie e le relazioni chiave sul mercato petrolifero. Un bel vantaggio, soprattutto per quei trader alle prime armi che poco conoscono il settore.

Conclusione

Come abbiamo avuto modo di analizzare, fare trading sul petrolio può rivelarsi un’attività ad alto profitto solo se si seguono accorgimenti ben specifici e non si trascura la formazione (vera arma vincente per tutti i trader!).

Grazie ai migliori broker di trading online (regolamentati CONSOB), è possibile fare trading sul petrolio evitando le truffe più comuni, derivate sia dalla poca esperienza (un broker che si rispetti offre sempre un conto demo gratuito) che da piattaforme o intermediari poco trasparenti e non regolamentati.

Innovazione e forte attenzione alla Sicurezza, queste le basi di IQ Option, il portale di trading specializzato fin dal 2013 in CFD su Forex, Azioni, Materie Prime, Criptovalute, ETF.
Deposito Minimo di soli 10€!

Termini & Condizioni
Il sito IQ Option è di proprietà di IQ Option Europe Ltd, società con sede legale a Cipro. IQ Option è un broker autorizzato e regolamentato nel fornire servizi di investimento dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC), con licenza N. 247/14, relativa alle recenti normative ESMA (European Securities and Markets Authority).
IQ Option Europe Ltd, Yiannis Nicolaides Business Center, Agiou Athanasiou Avenue 33, 4102, Agios Athanasios, Limassol, Cipro.

Relevant news