Guida al Forex

forex

Sia che tu sia un neofita assoluta nel modo del Forex trading sia che tu abbia invece già effettuato alcune operazioni sui mercati valutari, la nostra Guida al Forex ti sarà utile: all’interno di questo approfondimento troverai infatti delle informazioni utili per comprendere come funziona il Forex trading online, a cosa devi stare attento prima di investire, quali sono le particolarità degli scambi di valute e tanto altro ancora.

Insomma, ti spiegheremo tutto quello che dovresti sapere per iniziare la tua carriera da trader sul Forex, dalle basi del trading a quali sono le valute maggiormente negoziate sul Forex, passando per i principali modi di analizzare quel che succede sul mercato e costruire la tua personale strategia.

Cerca dunque di ritagliarti qualche minuto del tuo tempo per leggere i paragrafi di questa nostra guida e, se hai dubbi o vuoi domandarci qualche informazione più specifica, non esitare a contattarci!

Forex: cos’è e come funziona

Spieghiamo prima di tutto cos’è il Forex e come funziona il Forex.

Il Forex è il più grande mercato finanziario del mondo, con un giro d’affari medio giornaliero di circa 7 trilioni di dollari! Si tratta di un volume di trading che non ha alcun termine di paragone, e che supera agevolmente tutti gli altri principali mercati, come quelli azionari e quelli obbligazionari.

Il perché sia così frequentato e così utilizzato è molto semplice: nel Forex puoi scambiare una valuta (es. euro) contro un’altra valuta (es. dollaro), per scopi commerciali, di investimento speculativo, di copertura, di riserva e tanto altro ancora.

Con una premessa così sintetica, dovresti già esserti reso conto del motivo per cui nessun mercato al mondo può avvicinarsi al Forex per livelli di trading!

Plus500 Ltd è un'azienda UK 250 FTSE quotata sul Mercato Principale nella Borsa Valori di Londra, un altro elemento che rafforza la sua sicurezza e affidabilità

Termini & Condizioni
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. 76,4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro. A causa di obblighi normativi, i bonus non sono applicabili ai clienti al dettaglio di Plus500CY.

Chi investe sul Forex

Negli anni ’70 e ’80, i grandi operatori del mercato Forex includevano esclusivamente le grandi banche d’investimento e quelle commerciali, gli hedge fund, i governi e le banche centrali, qualche società multinazionale e investitori che disponevano di grandi patrimoni.

Oggi giorno, non è più solo così. Con l’avvento delle nuove tecnologie e delle piattaforme di trading dei broker regolamentati, oggi giorno chiunque può entrare sul Forex. Contrariamente a qualche decennio fa, quando il Forex non era accessibile ai piccoli trader, attualmente anche gli investitori con minore capacità di spesa possono operare su questo mercato per soddisfare le proprie esigenze.

Tuttavia, quanto sopra non significa che, in fondo, la struttura di base del Forex sia cambiata. Tieni conto che i Forex trader al dettaglio rappresentano solamente il 5% del volume totale giornaliero di trading, pari a circa 300-400 miliardi di dollari.

Ad ogni modo, i grandissimi numeri del Forex impediscono a chiunque (e non solamente ai trader al dettaglio) di poter influenzare in qualche modo ciò che avviene al suo interno… è proprio questo è un altro motivo che rende il Forex così irresistibile per tantissimi trader!

Valute Forex

Nel Forex è teoricamente possibile negoziare qualsiasi tipo di valuta, dalle principali (euro, sterlina britannica, dollaro statunitense, yen giapponese, franco svizzero) a quelle secondarie ed esotiche.

Molto dipende tuttavia dalle politiche del tuo broker. È infatti difficile trovare un broker che ti permetta di scambiare centinaia di cross valutari, mentre è ben più probabile che l’operatore di tuo riferimento possa permetterti la negoziazione di una decina di valute, tra principali e secondarie.

In sostanzia, questa scelta di ridurre il novero delle valute Forex da scambiare è qualcosa legato alla liquidità delle posizioni. Se dunque puoi trovare broker che ti permetteranno di scambiare valute “secondarie” rispetto alle principali come la lira turca, il peso argentino, il peso messicano, il rand sudafricano, il rublo russo, la corona ceca e così via, è quasi impossibile trovare broker che ti permetteranno di negoziare valute esotiche, molto meno liquide delle major e dunque molto più volatili. Insomma, sebbene le valute esotiche possano avere un significativo potenziale di profitto, di solito dovrebbero essere evitate dai principianti per evitare grandi perdite!

Inoltre, proprio come avviene con le azioni, tutte le valute hanno le loro caratteristiche quando si tratta di trading. Alcune di loro si comportano come dei rifugi sicuri e si apprezzano nei periodi in cui gli investitori non vogliono assumersi rischi sul mercato, come ad esempio avviene con lo yen giapponese e con il franco svizzero. Alcune valute sono invece fortemente correlate al prezzo delle materie prime, come avviene con il dollaro neozelandese, il dollaro australiano, il dollaro canadese e la maggior parte delle valute sudamericane.

Proprio per questo, è opportuno che tu sappia come si comportano le valute in determinate condizioni per ottenere il massimo dalla tua strategia di Forex trading!

Come sono quotate le valute

Tutte le valute sono quotate a coppie. Questo significa che, in realtà, quando negozi una valuta ne negozi due contemporaneamente: in una posizione long, la prima valuta viene acquistata e la seconda viene venduta; e in una posizione short, la prima valuta viene venduta e la seconda acquistata.

La prima valuta di una coppia di valute è chiamata valuta base, mentre la seconda è chiamata controvaluta. Se prendiamo ad esempio la coppia EUR/USD, l’euro sarebbe considerabile come la valuta di base, mentre il dollaro USA sarebbe la controvaluta. Se vuoi comprare la coppia EUR/USD, stai comprando l’euro e vendendo il dollaro USA allo stesso tempo. Viceversa, se vuoi vendere la coppia EUR/USD stai vendendo l’euro e comprando il dollaro USA.

Tasso di cambio nel Forex

Chiarito ciò, e ben compreso che tutte le valute sono quotate a coppie, con la coppia Forex costituita dalla valuta di base e dalla controvaluta, il tasso di cambio non può che rappresentare il prezzo della valuta di base espresso in termini di controvaluta.

Per rendere questo concetto ancora più chiaro, facciamo un esempio. Ipotizziamo che sei interessato a negoziare la coppia valutaria EUR/USD, che è il cross dell’euro contro dollaro USA. In questo caso, l’euro è la valuta di base (valuta di sinistra), mentre il dollaro USA è la controvaluta (valuta di destra). Se la coppia EUR/USD è attualmente scambiata a 1.10, ciò significa che un euro acquista 1.10 dollari USA, oppure ci vogliono 1.10 dollari USA per comprare un euro.

Intuibilmente, un aumento di questo tasso di cambio andrebbe a significare che un euro può acquistare più dollari USA di prima (cioè, si dice che l’euro si apprezza), mentre un calo del tasso di cambio significherebbe che con un euro si possono comprare meno dollari USA di prima (cioè, si dice che l’euro si deprezza). Insomma, a conferma di quanto abbiamo già riepilogato, quando si compra o si vende una coppia Forex, si compra o si vende sempre la valuta di base rispetto alla controvaluta.

Generalmente, si suole altresì dire che le coppie Forex che includono il dollaro USA come valuta di base o controvaluta sono chiamate coppie principali, e sono evidentemente le coppie più liquide sul mercato, in quanto il dollaro USA è coinvolto in circa l’80% di tutte le transazioni Forex giornaliere.

tassi di cambio forex etoro

Pip Forex

Quando si misurano i movimenti dei tassi di cambio, i Forex trader si riferiscono spesso al numero di pip che una coppia “muove”. Ma che cosa si intende?

Il pip è semplicemente la più piccola posizione decimale di un tasso di cambio. Se la coppia GBP/USD sale da 1.3000 a 1.3025, ad esempio, possiamo riassumere che la sterlina britannica è salita di 25 pips contro il dollaro USA. Considerato che la maggior parte dei cambi principali sono quotati con 4 decimali, il pip coinciderà appunto con la quarta posizione decimale.

Come fare trading sul Forex

A questo punto del nostro approfondimento, possiamo entrare un po’ più nel dettaglio e domandarci: di cosa hai bisogno per fare trading sul Forex?

Ebbene, la risposta è: un computer con accesso a Internet (o uno smartphone), un conto di trading presso un broker abilitato e una piattaforma di trading. La buona notizia è che tutti questi elementi possono essere facilmente accessibili anche dalla propria casa, permettendo pertanto a chiunque, in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento, di cercare profitto sul Forex.

Ora, considerato che se stai leggendo questa guida su come funziona il Forex hai già un dispositivo connesso a Internet, questo ci porta a dover spendere due parole sugli altri due requisiti per il trading online, ovvero un conto di trading e una piattaforma di trading.

L’apertura di un conto di trading è piuttosto semplice e può essere effettuata in pochi minuti compilando il modulo di registrazione sul sito web del broker che avrai modo di scegliere. Noi ti consigliamo di dare uno sguardo alla pagina dei nostri broker regolamentati, dove troverai tutte le informazioni più utili per poter scegliere senza indugi il tuo nuovo operatore di riferimento.

Una volta individuato il broker che fa per te, e inserite tutte le informazioni richieste, l’operatore attiverà il tuo conto rendendolo così pronto per il “finanziamento”, ovvero per un primo versamento di denaro che ti permetterà di aprire e chiudere le posizioni valutarie. Come abbiamo visto nelle nostre sezioni dedicate, la maggior parte dei broker oggi giorno accettano come strumenti di pagamento i portafogli elettronici, le carte di credito e di debito, i bonifici bancari. Non ti rimane dunque che scegliere il modo più conveniente.

Il broker online eToro è nato nel 2009 con una mission ben precisa : rendere il trading accessibile ovunque e a chiunque. Tra le piattaforme più amate dagli investitori, con eToro potrete facilmente investire sui diversi asset disponibili

Termini & Condizioni
eToro è la piattaforma leader mondiale di social trading che offre sia investimenti in azioni e in criptovalute, sia il trading CFD con differenti asset sottostanti.

Quando hai depositato denaro sul tuo conto, e il denaro è stato regolarmente contabilizzato (potrebbe volerci qualche minuto o qualche giorno, a seconda dello strumento di versamento che hai scelto), potrai utilizzare la piattaforma di trading del tuo broker.

In questo ambito tantissime sono le scelte. Molti broker hanno infatti una piattaforma di trading da scaricare che si basa sulla più popolare versione di MetaTrader. Cresce però, anche per “semplificare” le proprie proposte, il numero di broker che offre alla propria clientela una piattaforma sviluppata internamente.

Quando il tuo conto è attivo e finanziato, e quando hai preso la giusta dimestichezza con la piattaforma di trading che dovrai utilizzare, non dovrai far altro che accedere al tuo conto di trading e iniziare immediatamente a fare investimenti, in linea con la tua strategia.

Prima di far ciò, come più volte abbiamo avuto modo di replicare in altre parti del nostro sito, ti consigliamo comunque di iniziare con un conto demo, che possa permetterti di sperimentare il funzionamento della piattaforma di trading, e la sostenibilità della tua strategia, senza alcun rischio, e passare quindi a un conto reale solo quando sei sicuro.

Quando fare trading sul Forex?

Il mercato Forex è un mercato OTC (over-the-counter), ovvero è un mercato in cui non c’è una Borsa centralizzata che possa negoziare le valute. Le valute sono scambiate durante le principali sessioni di trading, quali quella di New York (Stati Uniti), di Londra (Europa), di Sydney e di Tokyo (Asia – Pacifico).

Dal momento che questi grandi hub finanziari si estendono su diversi fusi orari, ne deriva che è possibile operare sul mercato Forex 24 ore al giorno – tranne nei fine settimana, quando il mercato è chiuso. Si tratta di un altro grandissimo vantaggio per tutti coloro che sono interessati a investire in questo mercato, considerato che – ad esempio – le azioni possono essere negoziate solo durante i normali orari di mercato aperto di una Borsa valori.

Si tenga anche conto che le sessioni di New York e Londra (e le loro sovrapposizioni) sono le sessioni Forex più liquide, ovvero quelle con il più alto volume di trading giornaliero. Dunque, se il tuo obiettivo è quello di fare day trading, probabilmente avrai maggiore convenienza a fare trading durante queste sessioni.

Come guadagnare sul Forex

Come fare a ottenere profitti sul Forex è probabilmente la domanda più comune da parte dei principianti del trading. Considerato ciò, per rispondere è forse opportuno passare direttamente a qualche esempio!

Nelle scorse righe abbiamo già ricordato come i Forex trader cercano di acquistare una valuta a buon mercato e di venderla successivamente ad un prezzo più alto. Ad esempio, se la coppia EUR/USD attualmente scambia a 1.10, e un trader ritiene che nei prossimi giorni il tasso di cambio aumenterà, avrebbe tutto l’interesse a comprare la coppia a 1.10 e rivenderla successivamente per ottenere un profitto.

Tuttavia, se il tasso di cambio va nella direzione opposta, il nostro trader subirà una perdita. Intuibilmente, se il trader ritiene che nei prossimi giorni il tasso di cambio diminuirà, avrebbe tutto l’interesse a vendere la coppia a 1.10 e poi rivenderla successivamente per generare il guadagno.

Scarica L’E-Book Gratis Per Guadagnare Col Forex!

Chiarito ciò, per prevenire grandi perdite, è consigliabile utilizzare gli ordini stop loss su tutte le proprie operazioni.

Un ordine stop loss chiude automaticamente la tua posizione quando il prezzo raggiunge il livello di stop loss che avrai preindicato al broker. Se si inserisce uno stop loss a 100 pip, il tuo broker chiuderà automaticamente la tua operazione quando il prezzo va contro la tua posizione per – appunto – 100 pip.

Si tratta di una opportunità di personalizzazione delle tue posizioni davvero molto importante, che non dovresti mai (ripetiamo: mai!) sottovalutare. Gli stop loss sono infatti tra gli strumenti di gestione del rischio più semplici, e ti assicureranno in maniera gratuita e semplice che la perdita potenziale della tua operazione non superi mai una soglia di tollerabilità.

Di contro, gli ordini take profit, che dovresti inserire in apertura della posizione, esattamente come dovresti fare con gli stop loss, sono molto simili ai primi ordini che abbiamo già visto, con la differenza che questi ti aiuteranno a chiudere automaticamente la tua posizione quando il prezzo va a tuo favore. Un ordine take profit a 100 pip chiude il tuo trade quando hai 100 pip in profitto.

Analisi di mercato Forex

L’analisi di mercato Forex è un’importante attività che tutti i trader dovrebbero effettuare con periodicità: senza un’analisi di mercato adeguata, infatti, tutto quello che finirai con il fare è “scommettere” sul risultato di un’operazione e… le scommesse mal si conciliano con il trading online.

In estrema sintesi, ci sono due modi principali per analizzare il mercato: l’analisi fondamentale e l’analisi tecnica.

L’analisi fondamentale cerca di determinare il valore intrinseco, o fair value, di una valuta. Sono molti i fattori che secondo l’analisi fondamentale influenzano il tasso di cambio di una coppia di valute: pensa alla crescita economica, ai tassi di inflazione, alle politiche monetarie, al valore delle vendite al dettaglio di un Paese e così via. Gli analisti fondamentali seguono questi macro numeri e analizzano se il tasso di cambio attuale sia sopravvalutato o sottovalutato rispetto al tasso di cambio giudicato “equo”.

Invece, l’analisi tecnica si basa solo sull’analisi del grafico dei prezzi per poter trovare le migliori opportunità di trading, nella consapevolezza che i mercati preferiscono seguire il trend, che il prezzo sconta tutti i dati fondamentali e che la storia si ripete.

In altre parole, i trader tecnici cercano di trovare nel grafico modelli familiari che hanno funzionato in passato, supponendo che in futuro funzioneranno altrettanto bene. La maggior parte dei trader retail sono trader tecnici, ma se combini l’analisi fondamentale con l’analisi tecnica, probabilmente otterrai la migliore performance di trading possibile.

Conclusioni

Letta attentamente questa guida, dovresti avere una buona comprensione di come funziona il Forex trading e il Forex trading, e quali sono i prossimi passi per diventare un Forex trader.

Se hai dei dubbi o vuoi porci qualche domanda, non attendere oltre e contattaci ai recapiti che trovi nella nostra pagina contatto!

Serietà e professionalità sono un must per 24 Option, sceglierlo come broker non può che essere una scelta giusta. E’ una delle piattaforme più usate per trading online e vi permetterà di scegliere tra numerosi asset disponibili.

Termini & Condizioni
24option.com/eu è gestito da Rodeler Limited, un’impresa di investimento cipriota, autorizzata e regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission con licenza CIF numero 207/13. Rodeler Limited ha sede in 39 Kolonakiou street, Frema Plaza, Agios Athanasios, 4103 Limassol, Cipro. Rodeler Limited e Richfield Capital Limited appartengono allo stesso gruppo di aziende e condividono il marchio “24option”.

Relevant news